Sabato 09 Febbraio 2013

Salta rientro a scuola
Protestano i genitori

CANTU' - Circa 600 bambini di Cantù, da settembre, per mancanza di fondi pubblici non potranno effettuare uno dei quattro rientri pomeridiani. Perplessi i genitori che stanno pensando ad un'autotassazione. Il cambiamento riguarda una trentina di classi di prima e seconda elementare, oggi a 28 ore settimanali, sparse nei tre istituti comprensivi della città. Il Comune non è più in gradi di investire in ore di sorveglianza mensa.

Alcuni genitori hanno incontrato il sindaco. Il problema si pone per le coppie impegnate con il lavoro. Il pomeriggio in meno e l'ora di musica o arte in meno, non era nei piani al momento dell'iscrizione. «Il sindaco ha accolto la nostra proposta - affermano i rappresentanti dei genitori - nei prossimi giorni incontreremo l'assessore all'Istruzione. Si sta pensando di dare un contributo fra i genitori, per salvare il quarto rientro pomeridiano».

m.romano

© riproduzione riservata