Venerdì 08 Marzo 2013

Palazzetto infinito
La poesia su Facebook

CANTU' Su Facebook le ultime novità sul Palazzetto hanno provocato numerosi commenti. La maggior parte dei tifosi era certa del ritardo della consegna, ora è arrività l'ufficialità del rinvio e nello stesso tempo il problema dei costi Comune/Turra da rivedere.

Tra i numerosi post abbiamo trovato anche una poesia, preceduta da una presentazione: «Il 20 aprile 2012 è stata posata la prima pietra virtuale del successore del PalaBabele. Da qualche parte si sentivano mormorare queste parole...».
Adess che stàa tiràa / I righ del fundamént / Adess c'han cuminciàa /A buttà giò ul cimént
Adess che per la Turra / Cumincia un bel turmént /Adess che in Cumün / In propi tutt cuntént
Adess l'è un dì de festa / Ma vén in de la mént / Che oltre vint'ann fa / Ghe stàa ul stess mumént
E alura la prüdenza / La dìis de stà quièt / Fin quand sarà finìi / Quest'àlter palazzèt

Chi è l'autore della poesia? Un personaggio canturino che firma poesia in dialetto con lo pseudonimo "Faber"...

Intanto tra i tifosi sale la preoccupazione sulle mosse che sarà costretta a compiere la società guidata da Anna Cremascoli. L'incubo è un trasloco della squadra, anche temporaneo, a Desio.
«Mi sa che ha ragione la Cremascoli - commenta Anselmo Molteni su Facebook - se vogliamo continuare a vedere la pallacanestro ad un certo livello, bisognerà interpellare il Comune di Cucciago per un ampliamento del Pianella».

f.angelini

© riproduzione riservata