Martedì 30 Aprile 2013

Cantù costellata di buche
La pioggia beffa i cantieri

CANTU'La pioggia non rovina solo l'umore e le domeniche. Rovina soprattutto le strade cittadine, lungo le quali ormai sono saltati tutti i rappezzi effettuati nelle scorse settimane per tappare le buche che flagellano, molto democraticamente, strade e piazze in centro e nelle frazioni. Tanto che l'amministrazione è stata costretta a sistemare anche dei cartelli per avvisare del pericolo nelle immediate vicinanze delle più profonde e pericolose.

Difficile davvero effettuare un censimento, tale è il loro numero. Più semplice e veloce, ormai, segnalare le vie dall'asfalto in ottimo stato. Se ancora ce ne sono.

Ultimi arrivati, gli avvisi alla cautela in via Brighi e via per Alzate, sempre in pole position nella poco felice classifica delle arterie più malmesse.

Anche se, per quanto riguarda via Brighi almeno, l'arrivo della primavera - visto che attualmente persiste l'inverno - porterà in dote una provvidenziale passata di asfalto nuovo, residuo di un vecchio appalto - si parla ancora di amministrazione Sala - da terminare.

Poche speranze, invece, per quanto riguarda quello del 2013, di piano asfaltature, che comprende solo tre strade: via Dalmazia, nel tratto da via Giustiniano a via Longhi e da via Bolzano a via degli Arconi. E poi via Rencati, tra via Al Monte e via Monte San Primo, a Vighizzolo. Solo 200mila euro, ancora tutti da individuare nel bilancio di previsione. E solo pochi anni fa piazza Parini si poteva permette di spendere dieci volte tanto. Oggi invece le risorse latitano, e ancora si maledice il conto salato del piano neve, 650mila euro. Senza contare l'eredità della rimozione della neve, ovvero le buche.

e.romano

© riproduzione riservata