Venerdì 03 Maggio 2013

Torna Knopfler ad Assago
ma non più Dire Straits

MILANO Un nome: Mark Knopfler. Un luogo e una data: Milano, venerdì 3 maggio. Basta questo a drizzare i sensi dei tantissimi fan che il chitarrista, cantautore e produttore britannico fondatore dei Dire Straits registra ovunque.
Quella nel capoluogo lombardo, al Forum di Assago (in via Di Vittorio  6, MM2 Assago Forum, info 02-48.85.71, alle 20.30, www.dalessandroegalli.com) è, dopo Torino, la seconda "Evening With Mark Knopfler And Band" in Italia promuovendo "Privateering", suo settimo album di studio e primo doppio, per nuove e suggestive storie in chiave rock, blues e folk.
L'artista, 64 anni ad agosto, è la "brava persona del rock" per antonomasia. Knopfler conquista la fama in tutto il mondo con i suoi Dire Straits e sei album di studio più due live: l'omonimo del 1978, contenente il brano  "Sultans Of Swing", poi "Communiqué", "Making Movies" (quello con "Tunnel Of Love"), Love Over Gold ("Telegraph Road"), "Alchemy", "Brothers In Arms" e pochi anni dopo "On Every Street" e "On The Night" (1993), immortalano la sua travolgente rilettura all'inglese degli stili tradizionali americani.
A parte ben nove colonne sonore con almeno due capolavori, "Local Hero" e "Cal", il numero dei dischi solisti supera ormai quello a nome Dire Straits. Dal primo "Golden Heart" (1996) a "Sailing To Philadelphia" poi the "Ragpicker Dream", "Shangri La" e il complementare Ep "The Trawlerman's Song", quindi "Kill To Get Crimson", "Get Lucky" e, l'autunno scorso, "Privateering". Album che spesso contengono brani splendidi, sempre più votati al suono rurale in ogni espressione e peculiarità ma con il proverbiale istinto melodico knopfleriano che scaturisce in atmosfere romantiche e suggestive, ricamate dal suono delle tastiere, quasi sempre di Guy Fletcher, assieme a Mark da "Brothers In Arms".
Tra le collaborazioni, tra cui una con Chet Atkins e due con Emmylou Harris più il fortunatissimo "The Notting Hillbillies", risalta un nome: Bob Dylan; con lui Knopfler ha prodotto due dischi e ha appena concluso una tournée.
Knopfler tornerà in Italia a luglio per altri quattro concerti: il 12 a Villa Contarini (Piazzola sul Brenta, Padova), il 13 a Roma (Ippodromo delle Capannelle), il 14 a Napoli, il 16 a Taormina e il 19 a Lucca.
Sul palco, con lui e Fletcher, confermati Glenn Worf (basso) e Richard Bennett (chitarre) e i "nuovi", Jim Cox (tastiere), John McCusker (violino e cetra), Mike McGoldrick (fiati, percussioni e chitarra ) e Ian Thomas (batteria e  washboard).
Alessandro Casellato

a.cavalcanti

© riproduzione riservata

Tags