Giovedì 09 Maggio 2013

Basta cricket al parcheggio
Pakistani canturini al Toto Caimi

CANTU' Il presente precario. Dal fango del parco di via Colombo, non proprio il miglior campo da gioco per il cricket nei giorni di pioggia, al più asciutto parcheggio d'asfalto di via Caduti di Nassiriya, alternativa occasionale, nella zona dell'ospedale Sant'Antonio Abate.
Con la speranza che le palle non prendano il volo sulle auto di passaggio in via Mentana. Sedi di straforo. Il futuro, invece, appare più degno. Perché adesso sembra arrivata la parola fine alle travagliate vicende del campo agognato dalla comunità pakistana di Cantù e dal Cantù Cricket Club, sponsorizzato, nel segno dell'integrazione, da ProCantù e CentoCantù. Il futuro, come anticipano i pakistani, è un campo da gioco al centro sportivo "Toto Caimi" di via San Giuseppe, a Vighizzolo frazione.

Il servizio su La Provincia in edicola giovedì 9 maggio

e.marletta

© riproduzione riservata