Domenica 12 Maggio 2013

Aperitivi vista lago
Solo in viale Geno

COMO Le strisce blu dei parcheggi sono rimaste. Sopra ci sono i tavolini e le sedie di ferro. Linea sobria voluta dal Comune. A proteggere i clienti dal sole e da eventuali acquazzoni ci sono sei  ombrelloni bianchi. Le fioriere servono ed evitare che qualche auto sbandi travolgendo i tavolini.
In piazza De Gasperi, da ieri, non si parcheggia più.
Davanti alla funicolare è stato creato un salotto, come l'ha definito l'assessore Gisella Introzzi che non ne poteva più di vedere «il garage in una delle zone più belle e incontaminate di Como». Il tratto dalla fermata dell'autostazione alla fontana di viale Geno è l'unico di tutta Como dal quale ancora si vede il lago. Era stato oscurato con i teloni davanti al ristorante pizzeria «Il Gabbiano» ma ora che è libero, è l'unico dal quale si può ammirare il panorama. Dall'autostazione a piazza Cavour e da piazza Cavour in poi, c'è sempre quella benedetta palizzata che non smette mai di stupire neppure chi va la vede tutti i giorni. «Certo che ci hanno messo davanti un bel muro», commentava l'altro giorno Ferdinando Colombo, titolare della gelateria Monti.
Il muro su lungolario trieste non c'è. Ci sono i tavolini delle altre attività che si affacciano sul lago e ora anche quelli del bar Giuliani, del bar Funicolare e del ristorante Borgo Sant'Agostino.

Leggi gli approfondimenti su La Provincia in edicola domenica 12 maggio

a.savini

© riproduzione riservata