Sabato 18 Maggio 2013

Il Giro è comasco
Vince Santambrogio

Mauro Santambrogio, comasco di Cremnago di Inverigo,  ha vinto la 14esima tappa del 96esimo Giro d'Italia, la Cervere-Bardonecchia, il cui percorso è stato cambiato per il maltempo: è infatti saltata l'ascesa al Sestriere. Sullo Jefferau Santambrogio ha preceduto Vincenzo Nibali (che non ha effettuato lo sprint), che conserva quindi la maglia rosa e aumenta anzi il suo vantaggio sugli avversari. Terzo Carlos Betancour.
"Non me ne sto rendendo conto, devo ancora realizzare. Salire sul podio e vedere tutta questa gente che ti applaude è una grande soddisfazione".
È incredulo Mauro Santambrogio. "È stata una giornata freddissima fin dalla partenza, ho avuto una squadra magnifica quest'oggi". "Ha attaccato Nibali, io mi sentivo bene e l'ho raggiunto subito. Poi siamo rimasti io e lui, ce la siamo giocata, alla fine vittoria a me e secondi d'abbuono per lui, penso vada bene ad entrambi. Siamo arrivati io e lui ed è andata così", spiega il corridore della Vini Fantini-Selle Italia. Santambrogio è ora quarto in classifica generale ad un solo secondo da Uran: "Con tutti i risultati che ho fatto e i piccoli giri che ho fatto, è sempre andata bene. L'unico mio problema è la tenuta delle tre settimane, è da febbraio che sono a tutta. Il podio? Un pensierino a inizio Giro c'era, vedremo come andrà", conclude.

n.nenci

© riproduzione riservata

Tags