Giovedì 23 Maggio 2013

Caos Regina, il Pirellone promette
«Arrivano i soldi per l'emergenza»

OSSUCCIO Non saranno milioni, ma con i tempi che corrono anche 25mila euro possono bastare. Sono i soldi che l'assessore regionale ai Trasporti Maurizio Del Tenno chiederà di stanziare a favore di Anas per la gestione dell'emergenza nei Comuni lungo la Regina, alle prese in questi giorni con le conseguenze della chiusura della galleria Monte Piazzo, tra Bellano e Colico, sulla superstrada di Lecco. La somma (cui si aggiungerà un contributo che probabilmente stanzierà la Camera di commercio di Como), servirà a coprire i costi dei cosiddetti “movieri” dislocati nelle strettoie di Ossuccio e Colonno, imbuti che di questi tempi popolano gli incubi di pendolari e autotrasportatori, oltre che delle varie polizie locali.
«La delibera che porteremo in giunta - spiega Del Tenno - è l'esito di un accordo raggiunto tra Regione e Anas. Abbiamo strutturato un piano di emergenza da qui alla conclusione dei lavori per la messa in sicurezza della galleria (nella ipotesi migliore si parla della metà di giugno, come preannunciato dal ministro Maurizio Lupi nei giorni scorsi, ndr). Ci siamo confrontati con gli enti locali e con le prefetture, fotografando un quadro poco rassicurante. La soluzione adottata per Bellano, con deviazione del traffico pesante e ordinario lungo la strada provinciale, non era più sostenibile, almeno fintanto che alle forze dell'ordine, in cronica mancanza di personale, non si fosse aggiunta anche l'Anas. Alla fine si è chiarito che soluzioni diverse da quella attuale, sia pure difficilmente sostenibile, non ne avremmo trovate. Così l'accordo è che Anas si faccia carico della gestione del traffico con otto presidi attivi 24 ore su 24, suddivisi in tre turni al giorno. Lavorano sei addetti a turno, e per coprire le spese, servono un sacco di soldi». Se tutto andrà come previsto, la Regione Lombardia contribuirà alla copertura del 50% dei costi, sia per quanto riguarda Lecco, sia per quanto concerne la Regina, dove a quanto pare basteranno più o meno 25mila euro Ancora Del Tenno: «Far funzionare bene la deviazione tra Colico e Bellano, significa anche evitare che i mezzi pesanti scelgano itinerari alternativi e si riversino lungo la Regina». Domanda: ma perché costringere la Regione a pagare se gestione e manutenzione delle strade sono a carico di Anas? «Purtroppo - risponde l'assessore - sono tempi grami per tutti. Se avessi ravvisato la sussistenza di responsabilità o di omissioni gravi, avrei agito in modo diverso. Ma Anas si è mossa celermente, pagando anche dazio a un pizzico di sfortuna. La galleria era sotto controllo, costantemente monitorata. Certo, trent'anni fa avrebbero forse potuto costruirla meglio, ma il danno lo hanno provocato le piogge. E poi non dimentichiamo che Anas dipende dal ministero. E che alla fine, a prescindere da chi ce li mette, si tratta  sempre di soldi dello Stato»

s.ferrari

© riproduzione riservata