Martedì 28 Maggio 2013

Gregotti sul palazzetto
«Soldi buttati, colpa dei politici»

CANTU' «Ah ah ah», è la prima reazione di Vittorio Gregotti, star dell'architettura, non appena gli si ricorda un suo progetto: la prima versione del palazzetto dello sport, il Palababele, la piramide rossa che ora non c'è più. «Mi pare che l'abbiano demolito», aggiunge poi l'illustrissimo architetto con una nota che ha il retrogusto di un sarcasmo scacciapensieri. Un'impressione confermata poco dopo. Perché l'amarezza, anche a riderci sopra, purtroppo è lì, nella gola di Gregotti. «Sono matti da legare - dice senza peli sulla lingua - hanno buttato i soldi per ragioni politiche».

Il servizio su La Provincia in edicola martedì 28 maggio

e.marletta

© riproduzione riservata