Sabato 07 Febbraio 2009

Bruni, ok al rimpasto
Ma Pozzi blocca tutto

Il rimpasto è (forse) deciso. Come richiesto dai consiglieri forzisti di area liberal, il sindaco Stefano Bruni spalancherà le porte della sua giunta agli azzurri Roberto Rallo, Ezia Molinari ed Etta Sosio. Lo ha confermato lo stesso primo cittadino ieri sera in diretta su Etv, dopo che nel pomeriggio ha incontrato i vertici cittadini di Forza Italia e il commissario provinciale Giorgio Pozzi, raccogliendo le loro indicazioni messe nero su bianco in una lettera che gli hanno consegnato. L’unico problema è rappresentato dall’uscita di scena dell’assessore Paolo Gatto (sarà sostituito dalla Sosio). Per lui deve essere ancora trovata una “sistemazione” alternativa. Di questo si parlerà nell’incontro, previsto oggi a Milano, con il coordinatore regionale di FI, Guido Podestà. Ad ogni modo, lunedì il sindaco darà i dettagli della nuova ridistribuzione delle deleghe.

Ieri i vertici cittadini di FI si sono incontrati per definire i dettagli del rimpasto. Alla riunione, nella sede di via Rusconi, hanno partecipato Bruni, Pozzi, il coordinatore cittadino Stefano Rudilosso, Pasquale Buono e i consiglieri Arturo Arcellaschi e Veronica Airoldi (in rappresentanza dei 4 forzisti dissidenti dai liberal). La lettera che è stata consegnata a Bruni per chiedere l’entrata in giunta dei tre consiglieri comunali non recava in calce la firma di Pozzi. Il commissario provinciale ha voluto garanzie per un percorso di uscita dignitoso per Gatto. Percorso che non si troverà dall’oggi al domani, ma che dovrebbe comunque arrivare nel giro di una settimana. «Servono i tempi tecnici per dare un’uscita dignitosa a Gatto - ha detto ieri Bruni - e proprio di questo si parlerà nell’incontro di domani (oggi, ndr) con Podestà. Gatto ci è rimasto male anche perché la soluzione della sua uscita è arrivata nelle ultime ore. Del resto è stato il primo degli eletti e anche per questo motivo, e per l’impegno dimostrato in questi due anni gli deve essere data un’alternativa dignitosa».

Lunedì il sindaco chiarirà ufficialmente i dettagli delle deleghe. Rallo, come previsto, assumerà la delega all’Urbanistica che sarà  lasciata da Umberto D’Alessandro che a sua volta diventerà presidente di Acsm-Agam. La Sosio dovrebbe subentrare a Gatto, ma per i motivi appena spiegati, la staffetta tra i due dovrà attendere qualche giorno in più. Entrerà subito, invece, la Molinari, ma non è chiaro ancora con quali deleghe. Il Bilancio dell’assessore Alessandro Colombo andrà a Sergio Gaddi (già assessore alla Cultura). «Colombo - ha detto Bruni confermando le indiscrezioni dei giorni scorsi - con ogni probabilità diventerà presidente di Enerxenia. Capisco che ci sia rimasto male perché dal punto di vista politico è un passo indietro, ma lo attende un percorso all’interno del Pdl».
Il capogrupppo Buono ha mostrato soddisfazione: «L’incontro con il sindaco è stato molto positivo. L’accordo è ormai raggiunto. Aspettiamo lunedì per conoscere i dettagli, ma per la sostituzione di Gatto con la Sosio bisognerà attendere qualche giorno in più».

a.cavalcanti

© riproduzione riservata