Martedì 24 Febbraio 2009

Inverigo: fermo al semaforo
pistola puntata gli rapinano l'auto

INVERIGO Maschera da clown sul volto, pistola in pugno, in una strada trafficata e nell’ora di punta. Vittima, questa mattina a Cremnago, un automobilista che si è visto avvicinare dal rapinatore camuffato, che lo ha costretto, arma in pugno – impossibile stabilire se vera o finta – a scendere dalla sua station wagon, una Skoda, a bordo della quale si è poi dileguato in direzione Milano seguito dal complice al volante di una Bmw scura.
Nuovo inquietante episodio dunque, dopo quello che qualche giorno fa in via Raimondi, a Fino Mornasco, ha coinvolto un artigiano derubato della sua Bmw 535 da un terzetto di delinquenti che prima lo hanno tamponato a bassa velocità e poi gli hanno sottratto la vettura.

Decisamente più cruento l’assalto di stamattina. Teatro dell’aggressione, il semaforo che regola l’attraversamento della Valassina per chi – con passaggio obbligato dalla rotatoria su via Meda – debba dirigersi verso il centro di Cremnago da via Montesanto. Semaforo rosso, automobili in coda. Dapprima il malvivente si dirige verso due donne, che riescono a fuggire. Il terzo tentativo, stavolta con un uomo, va a segno. Una volta a bordo il rapinatore, secondo alcuni testimoni, si sarebbe dileguato in direzione di Milano, concedendosi persino il lusso di rispettare il semaforo rosso, seguito dal complice che l’aveva accompagnato fin lì sulla Bmw scura dalla quale, solo pochi istanti prima, era sceso. Episodio decisamente sconcertante. Alla vittima non è rimasto che denunciare l’accaduto ai carabinieri di Lurago D’Erba.

l.barocco

© riproduzione riservata