Giovedì 12 Marzo 2009

Lombardia, traffico record nella Ue
Con 70 mila km in meno degli altri

La Lombardia è l'ottava regione più trafficata d'Europa, ma rispetto alle regioni leader europee, ha oltre 70mila chilometri in meno.
Sono questi alcuni dei dati che emergono da un elaborazione della Camera di commercio di Milano, attraverso il Lab MiM, su dati Eurostat tratti dal rapporto "Regions: Statistical yearbook 2008 e relativi a 130 regioni europee (nel caso italiano, non sono riportati i dati relativi alle Province autonome di Bolzano e Trento).
Grazie a un aumento della sua dotazione di strade (+2.697 km), migliora la situazione del traffico in Lombardia. La Lombardia scende infatti dal sesto all'ottavo posto tra le regioni più trafficate d'Europa, rispetto al 2006. La classifica europea del traffico é stato calcolata prendendo in considerazione la densità di viaggi di camion su strada e la densità dello stock di veicoli. In particolare, la Lombardia è al 12esimo posto per quanto riguarda la densità di traffico di merci, con poco più di 6 viaggi di camion ogni km (erano 7,7) e all'ottavo posto per densità di stock di veicoli (436 veicoli per km rispetto ai 520 veicoli dell'ultima rilevazione). Al primo posto tra le regioni europee Brema, seguita da Amburgo e da Berlino. Tra le 20 regioni più trafficate in Europa anche la Valle d'Aosta (12esima), il Veneto (15esimo) e il Lazio (16esimo). La dotazione di strade e autostrade in Lombardia sale a oltre 14 mila km nel 2007, al terzo posto in Italia dopo Sicilia e Piemonte e al 57esimo in Europa (+14 posizioni), ma con 76 mila km in meno rispetto alla prima regione europea (il Rhône-Alpes). A fronte di questa dotazione, la Lombardia si conferma al quarto posto tra le regioni europee per numero di veicoli registrati sul suo territorio (oltre 6 milioni) e al quinto posto per volume di camion complessivi che circolano sulle sue strade, con oltre 91 mila viaggi di camion al giorno. Milano è solo 59simo per accessibilità via strada, pur mostrando un indice superiore alla media europea (147), ai primi 10 posti tutte città tedesche. "Gli ultimi dati a disposizione - ha commentato Carlo Sangalli, presidente Camera di Commercio di Milano - mostrano che ci sono dei miglioramenti nel confronto europeo. Ma guai a fermarsi. Senza infatti una rete infrastrutturale efficiente l'economia di un territorio, non importa quanto produttivo, possa essere, si condanna a non correre. Dobbiamo allora fare ancora di più, promuovendo una politica dei trasporti coraggiosa e lungimirante, soprattutto in un momento di difficoltà economica in cui occorre sempre più puntare sulle infrastrutture come base necessaria per una crescente competitività europea e internazionale".

u.montin

© riproduzione riservata

Tags