Domenica 15 Marzo 2009

La Notte Bianca trova
4000 alleati su Facebook

La Notte Bianca o, meglio, la sua soppressione, continua ad animare il dibattito. Dopo la notizia di qualche giorno fa - giunta direttamente da Palazzo Cernezzi - che quest’anno la manifestazione, prevista per il 13 giugno a causa del momento di crisi non si farà si susseguono i tentativi di "salvarla". Prima è stato il turno di alcuni commercianti di promuovere una colletta per finanziarla, con però il fermo "no" del sindaco, mentre ore è la rete a farsi sentire. E quando si parla di rete, si parla del fenomeno Facebook, il popolarissimo sito gratuito di social network sul quale è appena comparso un gruppo denominato “Como Notte Bianca 2009” che, nel momento in cui scriviamo, ha già accalappiato oltre quattromila membri e collezionato un’ottantina di messaggi dal tono variegato nella sua bacheca. Il grido di battaglia suona più o meno così: «Per chi ha nostalgia della notte bianca di Como, per chi crede che la crisi non si combatte restando chiusi in casa, per chi pensa che era l’unica cosa divertente da fare in città, per chi pensa che si poteva risparmiare qualche milione di euro per la diga antiesondazione e farci divertire almeno un giorno all’anno. Facciamo vedere a Como quanto ci manca la Notte bianca e riversiamoci nelle strade. L’appuntamento è per sabato 20 giugno!». Se l’invito verrà accolto da tutti, si profila il reato di “istigazione alla Notte Bianca”, che potrebbe creare un pericoloso precedente. E se la rete riuscisse a trovare persino gli sponsor?

a.cavalcanti

© riproduzione riservata