Onorevoli redditi
Da Paperon Stanca al povero Mandell

Due veterani del Parlamento su tre oltre i 200mila euro
Le quattro matricole nel 2007 non superavano i 26mila

Onorevoli redditi Da Paperon Stanca al povero Mandell

l più ricco è l’ex ministro Lucio Stanca, il più povero il senatore del Carroccio Armando Valli. Ma quanto hanno guadagnato, nel 2007, i parlamentari comaschi? Va precisato subito che i regolamenti di Camera e Senato prevedono che siano pubblici i redditi di senatori e deputati dall’anno prima dell’elezione a quello successivo alla fine della legislatura. E che per le new entry, in Parlamento cioè dal 28 aprile scorso, il dato si riferisce a quando non avevano alcun incarico a Roma. Le matricole sono i due giovani deputati Nicola Molteni (Lega) e Chiara Braga (Pd) e l’altra leghista Erica Rivolta mentre a Palazzo Madama ha esordito Armando Valli "Mandell", pure lui del Carroccio.

I veterani dell’aula - In pole position Lucio Stanca con 242.517 euro. La curiosità? Sua moglie, Francesca Canepa, nello stesso anno ne ha dichiarati 5 milioni 88mila. «Semplice - spiega l’ex ministro ora deputato - mia moglie nel 2007 ha venduto la sua quota nell’azienda Canepa alla sorella». Anno particolare a parte, cosa guadagnano i coniugi Stanca? «Più o meno - aggiunge Stanca - siamo sempre stati molto vicini, come nella buona e nella cattiva sorte. Ripeto, i 5 milioni del 2007 sono un’eccezione».
Secondo il veterano dei palazzi romani, Alessio Butti (alla quinta legislatura): nel 2007 ha dichiarato 219.503 euro. «Vuol dire - commenta - che pago il 55% di tasse e che sono un grande contribuente». Terzo gradino per Luca Volonté (Udc), anche lui con più mandati alle spalle: reddito da 129.989 euro.
Tra i veterani c’è anche il comasco d’adozione (vista la sua casa a Torno), il senatore Marcello Dell’Utri (Pdl): nel 2007 ha dichiarato 250.361 euro.

Le new entry - Le indennità da parlamentare compariranno, per otto mesi, solo nella prossima dichiarazione dei redditi. Per ora è inevitabile che siano i più "poveri" trattandosi di comaschi alla prima esperienza romana. Prima tra le matricole Chiara Braga del Pd (è anche vicesindaco di Bregnano e consigliere provinciale), compirà quest’anno 30 anni, ha dichiarato nel 2007 26.855 euro. Segue il 33enne Nicola Molteni (Lega) con 20.480 euro. «Nel 2007 - spiega il giovane deputato - ero praticante legale. Ho sostenuto la prova scritta dell’esame di stato a giugno e, da luglio a novembre, non ho lavorato e sono rimasto a casa a studiare per preparare l’orale. Sono infatti diventato avvocato a fine novembre». A una manciata di euro di distanza la collega di partito Erica Rivolta che ha dichiarato 19.88 euro.
Per trovare il più povero tra i comaschi bisogna spostarsi a Palazzo Madama. Armando Valli, anche lui della pattuglia lumbard (è anche consigliere provinciale), ha dichiarato nel 2007 15.879 euro. «Scommette - aveva commentato a caldo il Mandell - che oggi riceverò un sacco di telefonate da parte di amici che mi rimprovereranno di essere un evasore fiscale? Sfottendomi, naturalmente, Perché sarà difficile far comprendere loro che quel dato si riferisce ai redditi del 2007, vale a dire a quando ancora non ero al Senato...». Di certo, anche per lui, dalla prossima dichiarazione, le cifre cambieranno. «Su questo non ci piove - spiega - anche se vorrei far presente che mensilmente ognuno di noi leghisti lascia circa 4-5mila euro del proprio emolumento al movimento che tanto fieramente rappresentiamo. Di sicuro, comunque, non sono più i tempi del bar...».

© RIPRODUZIONE RISERVATA