Sabato 16 Maggio 2009

Gironico, forbiciate alla rivale:
arrestata per tentato omicidio

GIRONICO - Un violento litigio fra due donne africane, finito a forbiciate in testa, ha rischiato di trasformarsi in tragedia questa notte in via Como a Gironico.
Il bilancio della colluttazione: una giovane nigeriana ricoverata all’ospedale di Cantù con ferite alla testa e una donna del Ghana arrestata dai carabinieri di Lurate Caccivio con la pesante accusa di tentato omicidio. Da quanto è stato possibile ricostruire, la donna di nazionalità nigeriana da alcune settimane era ospite di una coppia del Ghana, marito e moglie che vivono in un’abitazione in via Como. Una convivenza particolarmente difficile, caratterizzata da diversi litigi soprattutto fra la moglie, Vida Adubia, 31 anni e la giovane venticinquenne, forse anche per motivi di  gelosia (il movente di quanto accaduto è comunque tuttora al vaglio dei carabinieri della compagnia di Cantù).
I litigi fra le due rivali si erano già verificati nei giorni scorsi ma l’altra notte sono degenerati quando Vida Adubia ha impugnato una forbice e ha colpito più volte la rivale al volto, raggiungendola con le lame almeno in tre punti. Le urla provenienti dall’abitazione hanno messo in allarme i vicini che hanno chiamato il 112 e l’ambulanza. La donna ferita è stata trasportata all’ospedale di Cantù dove i medici le hanno prestato le cure del caso: la venticinquenne nigeriana è stata giudicata guaribile con una prognosi di 15 giorni e poi è stata dimessa (la ragazza è stata accompagnata in una comunità protetta).
G. d. V.

g.devita

© riproduzione riservata