Giovedì 21 Maggio 2009

I vigili del fuoco restano senza barca

Nuova beffa per i vigili del fuoco di Como che aspettavano in questi giorni l’assegnazione di una nuova imbarcazione per il soccorso in acqua, attesa da almeno due anni dopo che quella vecchia era finita fuori uso. Nonostante le promesse, rileva Pietro Ammetto, della Rdb/cub, «ieri mattina (l’alotrieri, ndr) è stato comunicato al comando che le cinque nuove barche in assegnazione avranno tutt’altra destinazione». Le barche finiranno a Olbia, Napoli, Palermo, Reggio Calabria e Messina (che dista peraltro da Reggio poco più di tre miglia nautiche). «Per noi si pone un problema serissimo - rileva ancora Ammetto - Al comando disponiamo di due gommoni e di due imbarcazioni cosiddette alluvionali, a fondo piatto e inadatte al servizio antincendio. In caso di necessità le trasportiamo sul lago con un carrello, operazione già di per sè complessa. E comunque si tratta di barche da lavoro... Se dovessimo intervenire su un incendio di un natante o su un sito raggiungibile solo via lago avremmo davvero serie difficoltà».

a.cavalcanti

© riproduzione riservata