Domenica 24 Maggio 2009

Bruni: «Spt da azzerare»
Carioni: «Lasci Gandola»

Anche se a distanza è scontro aperto tra il sindaco Stefano Bruni (Pdl) e il presidente della Provincia Leonardo Carioni (Lega Nord). A scatenare le polemiche la vicenda Spt holding e la dismissione del ramo noleggi turistici per la quale è iscritto sul registro degli indagati il presidente Gianandrea Gandola (ex An, ora Partito delle libertà) con l’accusa di abuso d’ufficio e peculato.
Il sindaco e il coordinatore del Pdl Alessio Butti hanno chiesto l’azzeramento dell’intero cda di Spt, ma anche del Cpt (il presidente è il leghista Alberto Mascetti) per creare un unico soggetto e la progressiva privatizzazione di Asf (i vertici devono essere nominati proprio in questi giorni). Il lumbard Carioni però non ci sta e dice in estrema sintesi, di non mescolare le carte: una cosa è la vicenda Gandola, altro la rivoluzione dei trasporti.
«In occasione dell’assemblea dei soci di Spt, convocata per lunedì prossimo (domani, ndr) - ha detto ieri Bruni a margine dell’inaugurazione della sede staccata delle Orsoline a Monte Olimpino - intendo illustrare il progetto di riforma del trasporto pubblico. E in quella sede cercherò la condivisione più ampia possibile. È una riforma complessiva molto importante, che appoggio e sostengo totalmente. Si tratta di una riforma che avevamo in cantiere da tempo, da due o tre anni. Non voglio sostenere che non ci siano legami con i fatti di questi giorni, diciamo che quanto accaduto ha riportato d’attualità un piano che, comunque, non è nato oggi, ma risale a qualche anno fa».
Di parere opposto il presidente della Provincia Leonardo Carioni: «La stranezza - ha commentato a margine della presentazione dei candidati della Lega alle prossime elezioni amministrative ed europee - è nel vedere che ci si sveglia adesso nel presentare progetti. A mio avviso è opportuno evitare queste prese di posizione e non mi sembra che il metodo seguito sia quello corretto. Tambini avrebbe potuto parlarne in giunta o in commissione visto che è assessore provinciale ai Trasporti. Lunedì (domani, ndr) penso proprio che non succederà nulla di particolare su Cpt e Spt perché le proposte vanno valutate con calma. In commissione, in giunta e in consiglio». Carioni dice «no» all’azzeramento dell’intero cda di Spt holding: «C’è un’inchiesta della magistratura e, lo ripeto: se fossi al posto di Gandola mi sarei già dimesso. Rinvio ogni decisione a un incontro che spero di avere a breve con i vertici del Pdl».

p.berra

© riproduzione riservata