Lunedì 01 Giugno 2009

Andrea Trinchieri
nuovo coach di Cantù

CANTU' - Sarà Andrea Trinchieri l'allenatore della Pallacanestro Cantù per le prossime due stagioni. Lo annuncia in una nota la società bianco blu. "Siamo felici di aver trovato l'accordo con Trinchieri - ha commentato il presidente Alessandro Corrado -, un tecnico valido e motivato, uno dei migliori allenatori emergenti in Italia". Andrea Trinchieri è reduce da un'ottima stagione a Veroli, dove ha conquistato il secondo posto in regular season e il titolo di miglior allenatore dell'anno in Legadue. È nato a Milano il 6 agosto 1968. Dopo una parentesi alla guida delle giovanili del San Pio X, è approdato nel 1998 all'Olimpia Milano dove è rimasto fino al 2004. Nel club meneghino ha svolto le funzioni di responsabile del settore giovanile oltre che di assistente della prima squadra, collaborando con Marco Crespi, Valerio Bianchini, Guido Saibene, Filippo Faina e Attilio Caja. Nell'estate 2004 è passato a Soresina, in B di eccellenza, raggiungendo subito i play off il primo anno e conquistando nella stagione successiva il primo posto in regular season (con 27 vittorie e 3 sconfitte) e la storica promozione in Legadue per il club lombardo, oltrechè la coppa di Lega. Nel 2006-07, sempre alla guida della Vanoli, è stato protagonista di un'ottima annata, chiusa con un prestigioso quarto posto in Legadue. Dopo la sfortunata esperienza a Caserta nel 2007-08, Trinchieri è passato a Veroli, portando il club laziale a una stagione storica e conquistando la Coppa Italia di Legadue. Il nuovo allenatore verrà presentato in una conferenza stampa che si terrà mercoledì 3 giugno, alle ore 12, nella sala stampa del Palasport Pianella. "Sono felice e ipermotivato - ha detto Andrea Trinchieri - Cantù è una società con una grande storia, protagonista da decenni della pallacanestro italiana di alto livello".

Trinchieri ha poi voluto rivolgere un pensiero ai tifosi: "Nel corso degli anni a Cantù sono passati decine di giocatori e di allenatori. Ma la piazza si è sempre distinta per alcuni punti fermi: l'ottima organizzazione, la struttura societaria, lo straordinario calore del pubblico; tutti elementi che hanno fatto la differenza e consentito a Cantù di restare fra le grandi della pallacanestro".

f.angelini

© riproduzione riservata