Venerdì 10 Luglio 2009

Cantù, il nuovo palasport
<si presenta> al basket

CANTU' «Abbiamo avuto tanta, ma tanta pazienza. E abbiamo scelto un profilo basso, per non entrare nelle diatribe, tranquilli e certi  di avere ben operato». Dopo due anni e mezzo di pratiche, ma solo pochi giorni dall’assegnazione ufficiale dell’incarico di realizzare il nuovo palazzetto dello sport si manifesta pubblicamente Luca Turra, presidente di Turra Costruzioni e contitolare con i tre fratelli dell’omonimo gruppo bresciano che realizza e gestisce strutture sportive. Venerdì a villa Calvi ha incontrato ufficialmente i vertici della Pallacanestro Cantù, il sindaco Tiziana Sala e l’assessore Umberto Cappelletti per la prima di una serie di riunioni convocate per illustrare l’opera e, nella fattispecie, ascoltare le esigenze delle parti interessate. In primis la pallacanestro, poi sarà la volta della Consulta comunale dell’economia, ove siedono i rappresentanti delle categorie produttive, quindi delle associazioni sportive.
Gli incontri Turra-Pallacanestro serviranno a perfezionare il progetto definitivo «al quale stiamo già lavorando - precisa Turra - e che pensiamo possa essere pronto per la fine dell’anno». Modifiche non sostanziali, perché il progetto nelle linee guida non lo si può toccare, ma pratiche. Con il basket, ad esempio, si tratta di localizzare con precisione i servizi essenziali ( biglietterie, parcheggi riservati, accessi, spazi per spogliatoi, palestre, per gli sponsor ecc.) affinché il progetto definitivo sia il più calzante possibile per le esigenze del fruitore principale. «E’ il nostro futuro» ha detto il presidente del basket Alessandro Corrado «è una soddisfazione per tutti, e ora spero che non inizi la solita pioggia di critiche».
Ribadita la mappa dei tempi: entro settembre la convenzione con il Comune, entro fine anno il progetto definitivo, a inizio 2010 il cantiere, da chiudere in un anno, per il campionato 2011/12.

m.butti

© riproduzione riservata