Sabato 22 Agosto 2009

Pilotina speronata
da uno scafo "pirata"

BELLAGIO Uno scafo "pirata" ha speronato una pilotina e poi è fuggito senza prestare soccorso agli occupanti, che imbarcavano acqua dalla prua. Mario Zara e sua moglie di Grandola ed Uniti se la sono vista davvero brutta qualche minuto prima di mezzanotte di giovedì nello specchio d’acqua di fronte alla chiesa di San Giovanni a Bellagio: «Ho avuto paura che avremmo fatto una gran brutta fine - ammette Zara - non tanto per l’impatto iniziale, quanto perché la nostra pilotina imbarcava acqua e ho seriamente temuto che affondasse». Lo scafo pirata, infatti, dopo aver procurato il danno all’altra imbarcazione, si è allontanato senza prestare soccorso e sul posto i primi a intervenire sono stati i vigili del fuoco del distaccamento di Dongo.  «Sono stati minuti di grandissima tensione - continua il suo racconto Mario Zara - Io e mia moglie avevamo trascorso la serata a San Giovanni e, quando siamo ripartiti, avevamo il motore al minimo quando quella imbarcazione, quasi certamente un gommone con la chiglia rigida, ci è venuto contro. Chi la conduceva si è accorto della nostra pilotina solo all’ultimo istante e ha tentato di sterzare ma era troppo tardi: ci ha squarciato la punta. Io e mia moglie abbiamo preso un brutto colpo ma, fortunatamente, non ci siamo feriti in modo grave».

f.angelini

© riproduzione riservata