Venerdì 16 Ottobre 2009

Giovane accoltellato
da un buttafuori

ERBA È finito con una coltellata al ventre di un giovane il violento litigio fra un buttafuori di nazionalità siriana e un ventenne marocchino: quest’ultimo si trova all’ospedale di Erba e, dopo essere stato operato, non è giudicato in pericolo di vita. Da teatro a questa brutta storia, che si è verificata nella notte fra sabato e domenica, ha fatto via Volta, poco distante dal locale Hocus Pocus per il quale il buttafuori stava lavorando insieme ad altri due suoi colleghi. Da quanto hanno ricostruito i carabinieri della caserma di Erba, intervenuti sul posto e che il giorno seguente hanno individuato e denunciato per lesioni gravi l’accoltellatore, il litigio fra i due è scoppiato in un orario compreso fra le due e le tre del mattino. Eddine Sais Fouad, marocchino di 21 anni e residente a Ponte Lambro, ed Elshr Kawj Mohammed Alì, 46 anni di Bollate (grosso centro nell’hinterland di Milano), per regolare la faccenda che era degenerata, si sarebbero allontanati dall’ingresso del locale, appartandosi in una zona buia. Qui è improvvisamente spuntato un coltello e ad avere la peggio è stato il giovane marocchino, raggiunto da una coltellata alla pancia, con conseguente eviscerazione intestinale.  Lo straniero è stato poi ricoverato all’ospedale Fatebenefratelli di Erba dove i medici si sono presi cura di lui sottoponendolo a un intervento chirurgico: nella notte la prognosi era riservata per un brutto taglio di una decina di centimetri. Con il passare delle ore il quadro clinico è fortunatamente migliorato e ora il marocchino è giudicato fuori pericolo di vita.

f.angelini

© riproduzione riservata