Venerdì 23 Ottobre 2009

Valsolda: riparte
il cantiere per la galleria

VALSOLDA È stato firmato il contratto per i lavori conclusivi della variante di Valsolda. A Roma, Anas e Technodatal - Coprogetti (che nel gennaio scorso si era aggiudicata l’appalto con un ribasso del 22,1% su una base d’asta di 18.862.381 euro) hanno sottoscritto il documento, che ora deve passare al vaglio del consiglio di amministrazione dell’ente strade e poi essere trasmesso al dipartimento competente, quello di Milano. Dopo quattro anni e mezzo di attesa, la riapertura del cantiere di Cressogno era annunciata per settembre e, di recente, anche il Gabibbo è tornato in Valsolda per denunciare la perdurante situazione di stallo. «Vogliamo vedere le ruspe al lavoro entro novembre - tuona il presidente del comitato Pro Statale Regina, Sergio Rovelli - . Conoscendo fin troppo bene i tempi di queste procedure e non vorremmo che la riapertura del cantiere slittasse a gennaio inoltrato, dopo le vacanze natalizie. È dalla primavera del 2005 che il tunnel di confine attende di essere concluso: quattro anni e mezzo di stallo per una perizia di variante sono oggettivamente incomprensibili e adesso non si deve perdere altro tempo». In caso contrario, il comitato civico, che proprio nel 2006 aveva invaso le strade della Valsolda con l’ultimo suo corteo di protesta, annuncia una nuova eclatante manifestazione: «Questa volta non organizzeremo la protesta lungo la statale Regina - afferma Rovelli - . I disagi quotidiani per i cittadini sono già tanti, per cui andremo altrove a farci sentire e far valere le nostre sacrosante ragioni».

f.angelini

© riproduzione riservata