Venerdì 12 Dicembre 2008

Buste paga, tasse e contributi
aumentano più delle retribuzioni

Gli oneri sociali crescono più delle retribuzioni, con un aumento tendenziale, riferito al terzo trimestre del 2008, del 6,7%. Lo comunica l'Istat, nella sua stima provvisoria su retribuzioni, oneri sociali e costo del lavoro. Ad alimentare l'incremento degli oneri, spiega l'istituto, ha contribuito la temporanea sospensione della decontribuzione dei premi di risultato.
Al netto degli effetti stagionali, gli oneri sociali segnano un aumento congiunturale di +1,5% medio, con un 1,5% nell'industria e un 1,6% nei servizi. In termini tendenziali, gli oneri sono cresciuti del 6,9% sia nell'industria che nei servizi.
Nel settore industriale, da segnalare incrementi più marcati nelle costruzioni (+10,1%) e della produzione di energia elettrica, gas ed acqua (+9,9%).
Nel primo caso, alla crescita delle retribuzioni si sommano gli effetti della sospensione della decontribuzione sui premi.
Nel secondo, la crescita degli oneri sociali è dovuta principalmente all'esaurirsi dell'effetto di un forte incentivo all'esodo erogato nello stesso trimestre dell'anno precedente da alcune grandi imprese, nonchè all'estensione alle medesime imprese di alcuni obblighi contributivi.
Nel terziario, gli incrementi tendenziali più rilevanti sono registrati nel settore dell'intermediazione monetaria e finanziaria, con un +13.8%.

s.casiraghi

© riproduzione riservata

Tags