Venerdì 05 Settembre 2008

Con trent'anni di ritardo
arriva il gas nei condomini sulla statale

LIPOMO Ci sono voluti 30 anni ma, alla fine, il tanto atteso risultato è arrivato. L’impianto principale, infatti, è stato completato e, di qui a qualche settimana, i condomini di Lipomo, dove - stima per difetto - vivono almeno 500-600 persone, saranno collegati alla rete di distribuzione del gas metano. Per questa fetta di paese, si tratta di una svolta epocale.
Da quando, a metà degli anni 70, a Lipomo è arrivata la conduttura del gas, infatti, il centro storico e poi, via via, le restanti parti del territorio sono state collegate al servizio di distribuzione. Tutte le case, o quasi, hanno goduto del metano sia in cucina e sia per il riscaldamento dell’acqua, sanitaria e non, da utilizzarsi nelle abitazioni. L’intero territorio, a eccezione degli storici condomini lungo la Como-Bergamo che, da sempre, sono costretti ad arrabattarsi per gestire questa situazione. Dapprima, di metano proprio non ce n’era. In seguito è arrivato, ma a bassa pressione e in modeste quantità, sufficienti, perciò, solo per i fornelli. Non di più. Nel corso dell’estate, Metano Nord ha provveduto a implementare l’impianto esistente a lato della Briantea, con il risultato che, se non ci saranno intoppi dell’ultima ora, quello in arrivo sarà il primo inverno al caldo del metano per i residenti in zona.
Alberto Gaffuri

a.savini

© riproduzione riservata