Venerdì 30 Maggio 2008

Vuole allattare il bimbo al seno
Deve abbandonare il ristorante

"Signora, nel nostro locale non accettiamo atteggiamenti del genere, le spiacerebbe smettere?".
Con queste parole una signora di Binago, Michela Forlan, si è sentita apostrofare da una cameriera in un ristorante di Vedano Olona.
La sua "colpa"? Voleva allattare al seno il figlioletto di quattro mesi. "Hoagito con pudore, coprendomi addirittura con uno straccetto, tanto più che vicino a noi non c’era nessuno» racconta.  A quel gesto la figlia dei proprietari, anche lei neo mamma, si è avvicinata al tavolo e ha detto che nel suo locale non accettava simili comportamenti. «Io - continua Michela Forlan -, me lo sono anche fatto ripetere. Era proprio così: mi stava vietando con tono scocciato di allattare il bambino nel ristorante, trattandomi come un’appestata. Ho cercato di farle notare che l’allattamento è una cosa naturale, che siamo nel 2008, ma non c’è stato niente da fare; la ragazza è stata irremovibile e mi ha fatto notare che si allatta a casa e non in pubblico».
Peggio è andata quando la mamma di Binago si è rivolta al resto dei proprietari: «Mi sono sentita dare della "schifosa" e "ignorante", e il titolare si è detto anche orgoglioso della figlia che non ha mai allattato in pubblico».
Il titolare del locale conferma tutto: «La signora non è stata allontanata, ma le abbiamo semplicemente chiesto di non allattare in pubblico perché pensiamo sia un cosa sconveniente e mi dà personalmente fastidio". Alla fine, così, sebbene arrabbiata, la neo mamma ha ceduto e se ne è andata.

u.montin

© riproduzione riservata