Mercoledì 03 Marzo 2010

sicurezza stradale

Egregio Direttore Gandola, ancora una volta credo che il tema sicurezza sulle strade non venga recepito a dovere dall' Amministrazione locale, questa logicamente e' una mia opinione. L'ultima pubblicizzata e costosa strumentazione " Telelaser" colpira' si , inconfutabili amanti delle folli velocita' fotografati , individuati gia' dalla distanza di 600 mt, ma quello su cui l'Amministrazione dovra' lavorare e perche' no farci risparmiare in termini di risorse economiche ed anche di vite umane e' il riassetto delle vetuste infrastrutture stradali della citta' e la loro messa in sicurezza. Non si puo' parlare di Telelaser adesso quando oggi il" PUT" e' fermo agli anni 1985 , quando una strada pericolossissima come la Napoleona, scena di incidenti stradali mortali recenti non viene rivisitata e migliorata nel suo percorso , ravvisabili facilmente ancora buche, quando alcuni incroci stradali sono causa di incidenti settimanali ! ... allora ,con molta stima e cordialita' per coloro che hanno deciso di individuare i trasgressori con il Telelaser, suggerisco di mettersi a tavolino e partire a riprogrammare l'aggirnamento del PUT del Comune di Como, a vantaggio di coloro che giornalmente sono vittime di una viabilita' insostenibile ed insicura portata al collasso e dopo perseguire quelli che impazzano sulle strade a forte velocita'. Grazie Ettore Tocci

13021966

© riproduzione riservata

Tags