Martedì 15 Febbraio 2011

Bergamo e provincia
in vetrina alla Bit

Debutta in Bit - la Borsa Internazionale del Turismo - il Catalogo unico che propone tutta l'offerta turistica bergamasca. Alla manifestazione in programma dal 17 al 20 febbraio a Fieramilano Bergamo del resto non poteva di certo mancare. E per l'occasione presenterà appunto le novità 2011.

«Il Catalogo unico - afferma Giorgio Bonassoli, assessore alle Attività Produttive e al Turismo della Provincia - costituisce una importante novità. Si tratta di una pubblicazione di ben 96 pagine, destinato in prima battuta ad operatori e tour operator, che contempla eventi, pacchetti turistici e un ventaglio di offerte per chi visita Bergamo e la provincia. E' una pubblicazione multimediale cui saranno allegate brochure. In secondo luogo sarà ripresentato il nuovo sito internet, la cui anteprima si è tenuta lo scorso dicembre, che proporrà la destinazione turistica Bergamo avvalendosi delle più moderne tecnologie e si baserà sui dettami del Web 2.0, costruendo una social community dedicata ai turisti e animata dai cittadini bergamaschi». 

«La Bit è una vetrina imprescindibile per chi si occupa di turismo - gli fa eco il presidente di Turismo Bergamo Silvano Ravasio -. Stiamo diventando grandi e abbiamo raggiunto maggiore professionalità nell'esporre la nostra offerta. Per il vicino futuro sono ottimista nonostante la crisi che non ci abbandona. Bergamo e le bellezze della provincia sono un forte richiamo per i turisti non più solo italiani».

Alle 12 di giovedì 17 febbraio si terrà la presentazione ufficiale del Catalogo unico alla presenza del presidente della Regione Lombardia Roberto Formigoni. All'evento prenderanno parte anche rappresentanti del Comune, della Provincia, della Camera di Commercio e delle altre istituzioni locali.
Nel 2011 Turismo Bergamo prenderà parte anche ad altre manifestazioni fieristiche nazionali ed estere (Zurigo Expo, Dolce Vita a Londra, Lust auf Leben a Lubecca, Goteborg in Svezia, Tour & Travel a Varsavia, Metro Ski Wtm a Londra).

Per quanto riguarda l'aspetto turistico globale, la Bit vede quest'anno new entry come Indonesia, Oman e Kazakistan, ritorni come Gambia e Seychelles e poi tante conferme per un totale di 130 Paesi, quasi tutte le regioni d'Italia, tour operator, agenzie di viaggio, catene alberghiere, compagnie aeree, marittime e ferroviarie, società di servizi.

Come sempre la formula della rassegna vedrà i primi due giorni dedicati agli operatori del settore, con migliaia di appuntamenti di affari già prefissati, mentre nel weekend il polo espositivo di Rho-Pero aprirà le porte al grande pubblico dei viaggiatori.

La rassegna è arricchita quest'anno di aree tematiche dedicate alla montagna, al turismo di gioco e al viaggio di nozze. Un segmento, quest'ultimo, che per gli organizzatori del salone sembra non aver risentito della crisi, grazie anche alla formula della lista nozze per la luna di miele.

Alla Bit si dovrà fare il punto sul rilancio di alcune mete, ma al tempo stesso si parlerà di luoghi che negli ultimi tempi sono diventati off limits e ci riferiamo in particolare ai Paesi mediterranei come Egitto e Tunisia. Per il mar Rosso si prevede un periodo tutt'altro che roseo. I problemi per l'Egitto rimarranno ancora per un po' di tempo. Destinazioni alternative sono in questo periodo le Canarie e Capo Verde. In crescita - in termini di presenze di turisti - sono Grecia, Spagna e Repubblica Ceca. Tra le nuove mete spiccano Oman e Antigua. E piace sempre di più il Giappone.

e.roncalli

© riproduzione riservata