Mercoledì 13 Luglio 2011

GIOVEDÌ 14 LUGLIO (WOODY GUTHRIE DAY)

Buongiorno,
e scusate. Ieri, a causa del più tipico dei disguidi (noto come "desmenteganza") non è stato inserito il classico brano acconcio. Francamente non pensavo di ricevere così tante segnalazioni di orfani della canzone mattutina (il bello è che, naturalmente, c'è sempre un'altra parte che manco se ne accorge). Oggi, quindi, doppia dose. E permettetemi di ritornare ancora su don Malinverno, che ora può godersi tutti i film che vuole per l'eternità, perché sul sito de La Provincia c'è un filmato realizzato dai Dreamers durante il festival Il cinema italiano con l'estemporaneo spot a favore dell'Astra da parte dello stesso placido don. Lo trovate quivi
http://www.laprovinciadicomo.it/videos/Video/12325/

Mi piace anche sottolineare che la rassegna ...e tutti risero! con classici della commedia all'italiana (la trovate più sotto) è stata a lui dedicata dai curatori di LunedìCinema FilmStudio. Io, lo confesso, ho il TERRORE di vedere, un giorno, al posto dell'Astra, un autosalone o la ventimiliardesima pelletteria o un "non solo qualcosa"... Da più parti si dice che la fruizione collettiva, ormai, è sorpassata nell'era del download e dei film guardati su supporti grandi come la capocchia di uno spillo (che bello!), ma non si tratta di essere forzatamente rétro. Perché non si può applicare quella che io chiamo "regola del rasoio"? Essa è semplice: prima c'era il cosiddetto rasoio "di sicurezza" (ovvero quello che ti regala costantemente la sensazione che il barbiere possa sgozzarti in una frazione di secondo), poi sono nate le lamette (poi bi e poi tri lama) fino alle decine di varianti di rasoio elettrico. Ecco: essi CONVIVONO e ognuno sceglie quello che più gli aggrada. Quando si tratta di cultura, invece, pare che non si veda l'ora di trovare un sistema che tolga di mezzo il precedente. Vabbè: ho scritto troppo (così impara a lamentarsi chi ha detto che ieri ho scritto poco. Perfidia? Perfidia.)

E il brano acconcio? Anzi due? Ecco il primo:
http://www.youtube.com/watch%3Fv%3D6nJLO9QVTNc

- CLUB MINIARTEXTIL - Arte&Arte, via Pannilani 23, ore 18, ingresso libero
L'associazione Arte&Arte presenta il Club di Miniartextil, mostrando i video delle rassegne a Parigi e Venezia, con alcune anticipazioni sulla mostra di settembre.
NdA: aiutate e sostenete le associazioni culturali, malissima tempora currunt...
http://www.miniartextil.it

- DENTRO LUOGHI LONTANI - Aula magna dell'Accademia Aldo Galli, via Petrarca 9, ore 18, ingresso libero
Bice Bugatti Club e Accademia di belle arti Aldo Galli hanno il piacere di presentare Alessandro Savelli e Pierantonio Verga che incontrano il pubblico nell'ambito della doppia esposizione delle loro opere all'accademia stessa e al Broletto.
http://www.accademiagalli.com/

- X FESTA D'ESTATE - viale Battisti / largo Spallino, dalle 18
Considerato il notevole successo di questa manifestazione ottenuto nelle precedenti edizioni, quest'anno gli organizzatori propongono ben tre appuntamenti (questo è il secondo, l'ultimo sarà il 28 luglio) inseriti nel calendario della Comoestate. Chioschi aperti lungo il viale, mercatino di hobbystica, collezionismo, bricolage e tanta musica dal vivo con repertorio blues, funky, anni 70/80.
NdA: bebé be be be be, bebé be be be be, bebé be be be be bebé... (uh, com'è difficile fare il trenino senza musica...)

- CLUSONE JAZZ FESTIVAL - Monastero di Lavello, Calolziocorte, ore 21, ingresso libero
Il trio di Michel Godard (basso tuba e serpentone), Robarto Martinelli (sax tenore) e Francesco D'Auria (batteria e percussioni) presenta il nuovo album Le sonnet oublié.
NdA: garanzia di qualità, vale assolutamente la trasferta...

- INCONTRO CON I 7GRANI - - La Feltrinelli, via Cesare Cantù 17, ore 21, ingresso libero
I 7grani si racconteranno ad Alessio Brunialti, che parlerà comunque più di loro, e suoneranno brani di A spasso coi tempi e dell'ultimo album Di giorno e di notte
NdA: chi li conosce non ha bisogno di raccomandazioni, ma raccomando io di scoprire i 7grani a chi fosse rimasto indietro, non rimarrete delusi: sono una delle realtà più belle e forti emerse dal nostro territorio.
http://www.7grani.it

- SI NASCE DALL'ACQUA - Marsiglione Arts Gallery
, via Vitani 31, ore 21, ingresso libero
Sesto evento organizzato in concomitanza della mostra personale di Armando Fettolini: sarà un incontro-dibattito sull¹iconografia della religione nell¹arte contemporanea. Moderati da Salvatore Marsiglione, parteciperanno Fausto Moreschi, presidente dell¹Associazione per l'arte Le stelle, il prevosto di San Fedele don Carlo Calori e lo stesso Fettolini. Il pubblico presente sarà coinvolto attivamente con domande, impressioni e sensazioni; il tutto sarà accompagnato da un buon bicchiere di vino.
NdA: vin santo?...
http://www.marsiglioneartsgallery.com

- E TUTTI RISERO - Villa Guaita, Ponte Lambro, ore 21.15, gratuito (in caso di pioggia nella sala consiliare del Municipio)
Signore & signori (Italia / Francia, 1965, 118 minuti) di Pietro Germi con Gastone Moschin, Virna Lisi, Alberto Lionello, Olga Villi e Franco Fabrizi. In un'imprecisata cittadina veneta (chiaramente riconoscibile Treviso anche se non ne viene mai esplicitamente citato il nome), si svolgono le vicende di una compagnia di commercianti e professionisti della media-alta borghesia che, dietro un'impeccabile facciata di perbenismo, nasconde una fitta trama sottintesa di tradimenti reciproci. È una satira feroce sull'ipocrisia della provincia italiana nella stagione del boom economico che racconta dalla prospettiva di una piccola città una realtà che riguarda l'intero paese, costruita come un romanzo corale articolato in un trittico di storie che coinvolgono lo stesso gruppo di personaggi.
NdA: ...indubbiamente uno dei film italiani che amo di più. Mio personale momento di culto, la lettera minatoria in rima al ragionier Bisigato: "Tuo marito fa all'amore / con Milena al bar cassiera / sei cornuta a tutte l'ore / sei cornuta mattina e sera"...

- EMOZIONI D'ESTATE 2011 - piazza Garibaldi, Cantù, ore 21.15, gratuito
Si svolgerà stasera la serata dedicata alla più famosa danza argentina: Colectivo tanguero, organizzata all¹interno del cartellone di ³Emozioni d¹Estate 2011², darà la possibilità agli amanti del ballo sudamericano, di ascoltare alcuni dei brani che ne hanno fatto la storia. In onore di Astor Piazzolla, lo spettacolo ripercorre la storia del tango. Tra un brano di Piazzolla e uno di Dyens o di Pujol, il Colectivo (con violino, viola, chitarra e bandoneon), permetterà agli spettatori di rivivere le atmosfere uniche ammirando i passi del ballerino Alejandro Angelica.
NdA: i soliti tangheri...

- FESTIVAL CASTELLO DI POMERIO - Castello di Pomerio, Erba, ore 21.15, biglietti a 12 sacchi
Maestri in Erba. Con Matilde Cattaneo e Federico Peraldo (pianoforte), Cecilia Pedretti (flauto),
gruppo d'archi dell'Accademia europea di Musica: Giacomo Mura, Alice Arija, Riccardo Congiu, Alberico Giussani, Auro Perego, Filippo Pedretti, Khalid Damyatei (violini), Angela Marelli e Elisa Pianezzola (viola) e Serena Patanella (violoncello).

- COMO CITTÀ DELLA MUSICA - Serre di Villa Olmo, via per Cernobbio, ore 21.30, ingresso libero (in caso di pioggia al Teatro Sociale, piazza Verdi 1)
Concerto di Fatoumata Diawara, nuova stella della musica maliana che pubblicherà a fine settembre il suo primo album Fatou, sulla prestigiosa etichetta inglese World Circuit (la stessa che ha lanciato a livello internazionale Buena Vista Social Club, Ali Farka Touré, Oumou Sangaré e tanti altri). Alta, elegante e con un sorriso iridescente, Fatoumata, un tempo attrice di cinema d'autore africano, si dedica da qualche anno a un'esperienza musicale che mescola elementi jazz e blues al folk tradizionale maliano. Particolarmente vicina alla musica Wassoulou, Fatou la reinterpreta con strumenti moderni e un accento pop che ha già sedotto vari artisti e produttori internazionali. Al centro della sua musica c'è il calore della sua voce, le belle e a tratti ipnotiche melodie della sua chitarra che raccontano dense esperienze di vita, spesso tratte dalla sua vita personale. Tra le collaborazioni eccellenti che già vanta, citiamo la diva jazz Dee Dee Bridgewater e il grande Herbie Hanckock - i quali l'hanno invitata in studio per i rispettivi album Red earth e The Imagine project - o il leggandario bassista dei Led Zeppelin, John Paul Jones che ha voluto partecipare all'incisione dell'album Fatou. Nata in Costa d'Avorio e cresciuta per dieci anni in Mali, ha vissuto tutte le contraddizioni delle realtà contemporanea africana. Combattendo l'opposizione dei parenti alla sua musa artistica, passando per le violenze culturali di cui sono vittime molte donne in alcuni paesi dell'Africa, fino a riuscire a imporsi come attrice di cinema e teatro e trovare finalmente la sua vera vocazione: la musica.
NdA: qui c'è l'altro video acconcio della giornata perché non ha senso che io aggiunga qualcosa, guardate, ascoltate e convincetevi a essere presenti stasera: http://www.youtube.com/watch%3Fv%3DXikrRgOK7BU
http://www.comofestival.org/pages/2011/fatoumata.htm

- CALAVERA TOUR - Cava, Pusiano, ore 21.30, ingresso libero
Opera numero tre per The Wavers che hanno pubblicato l'album Calavera dopo l'eponimo esordio e l'eccellente bis di Welcome to Waverland. Un disco che raccoglie undici brani, nove originali, tra cui il singolo di lancio Surf me baby e due cover sempre nel segno di quella "surf music" che vide in Dick Dale, nei Ventures, nei Del-Tones e nei primissimi Beach Boys i padri di un genere che questo gruppo - oggi un trio composto da Ricky (chitarra, voci), Matt (basso, voci) e Johnny (batteria, voci) - continua a proporre con grande immediatezza e un sound compatto e ricco di inventiva. Per incentivarne l'acquisto, Cavalera è venduto ai concerti a soli 5 euro, una scelta che dovrebbe essere condivisa anche da tanti gruppi emergenti.
NdA: Let's go trippin'!!! In occasione del tentativo di realizzare il record da Guinness dei primati per "Il mojito più grande del mondo" (devo commentare? No che non devo commentare, vero?)

- LARIO JAZZ & RHYTHM'N'BLUES - Parco Majnoni, Erba, ore 21.30, gratuito
Lamar Chase & Paolo Fabris Trio. Grande. Enorme. Nero. Apparentemente duro. Sempre con la sua chitarra o con la sigaretta. Lamar Chase, da Oakland, California, potrebbe essere il prototipo ideale del bluesman. Se non fosse che ha scelto di lasciare gli States per trasferirsi in Olanda, ad Amsterdam, e diventare un predicatore del blues nella capitale olandese. Ciò però, non solo ha confermato le sue capacità di interprete della black music, ma lo ha arricchito di nuove esperienze che continua a raccontare nei locali di tutta Europa con la sua fedele chitarra. Prima di arrivare nei Paesi Bassi, Lamar Chase è stato leader dei East Bay Area R&B supporting cast di alcuni mostri sacri del tempio del blues come: John Lee Hooker, Sly & the Family Stone, Santana, Robert Cray, Lowell Fulson, Brownie MacGhee, Allman BrothersŠ La sua chitarra esplosiva e la sua voce hard black hanno riscaldato l'anima dei più raffinati appassionati di blues dell'East Coast per molti anni. Dall'inverno 2002 Chase collabora con il chitarrista comasco Paolo Fabris che lo accompagna in tour con il suo nuovo power trio con Claudio Bodini all'organo Hammond e Roberto Panzeri alla batteria.
NdA: ...chi ha paura dell'uomo nero?...
http://www.festivallagodicomo.it

- ES.CO. - piazza Volta, ore 21.30, gratuito
Mamagoose & i Fiati Pesanti. L'impatto musicale, la presenza scenica e la grande grinta sono l'espressione di una compattezza e di un affiatamento che hanno sempre caratterizzato i mamagoose & i fiati pesanti, presenti da oltre quindici anni sui palchi del Nord Italia e della Svizzera. Hanno avuto diverse collaborazioni con musicisti dell'ambito blues/jazz milanese riuscendo a esibirsi con una band allargata fino a 15 elementi, ospitando in diverse occasioni una voce femminile e una sezione completa di coriste.
NdA: ...e un orso bruno al guinzaglio?...
http://www.culturacomo.it

- FINO IN... VITA 2011 - Parco Comunale, Fino Mornasco, ore 21.30, gratuito
We want sex (GB 2010, 113 minuti) di Nigel Cole con Sally Hawkins, Bob Hoskins e Miranda Richardson.
Ispirato a fatti realmente accaduti, il film racconta con i toni della commedia lo sciopero del 1968 di 187 operaie alle macchine da cucire della Ford di Dagenham. Guidate da Rita O'Grady, le donne protestarono contro la discriminazione sessuale e il desiderio di parità di retribuzione, costrette a lavorare in condizioni precarie per molte ore, a discapito delle loro vite familiari. Declassate a operaie non qualificate, le lavoratrice attuarono un sciopero riuscendo a farsi ascoltare dai sindacati ed attirando l'attenzione della comunità, arrivando al governo, dove trovarono l'appoggio della deputata Barbara Castle, pronta a lottare con loro contro una società maschilista.
NdA: mica come noi italiani che traduciamo un titolo innocuo Made in Dagenham con We want sex sperando di acchiappare chissà che gonzi. Tristessa...

- UN'ESTATE DA... CAMPIONE - piazzale Maestri campionesi, Campione d'Italia, ore 21.30, biglietti a 27 sacchi (I settore), 19 sacchi (II settore) e 12 sacchi (posti in piedi)
Fenomeni di e con Maurizio Crozza. Lo spettacolo è di sicuro richiamo, sia per la notorietà televisiva dell'interprete, sia per la caustica verve con cui Crozza pone l'Italia al centro del suo ritorno in teatro. Lo Stivale, dunque, con i suoi protagonisti e le sue vittime, una fenomenologia contemporanea, graffiante e mutevole, che si adegua giorno per giorno all'evolversi tragicomico delle notizie. Fenomeni è un insieme di monologhi, musiche, personaggi celebri e non che affollano le storie nelle quali si racconta un'Italia che, assicura Crozza, non vedremo mai in televisione. I biglietti sono in prevendita on line, tramite la biglietteria  di http://www.tio.ch, oltre che rivolgendosi all'Azienda turistica dell'enclave (tel.: 004191/649.50.51).
NdA: ...io continuo a sperare che le finte pubblicità dei Broncoviz per Avanzi e Tunnel vengano prima o poi raccolte in dvd (sì, lo so: si trovano su TuTubo, ma a me garba il supporto fisico, colpa del senso del possesso che fu prealessandrino)...

© riproduzione riservata

Tags