Lunedì 21 Novembre 2011

MARTEDÌ 22 NOVEMBRE (TERRY GILLIAM DAY)

www.lasettimanain.com

MARTEDÌ 22 NOVEMBRE (TERRY GILLIAM DAY)

Buongiorno,
non so nemmeno più da quanto tempo non mi capita di fare una telefonata da una cabina telefonica e per quanto riguarda l'apparecchio di casa lo squillo equivale quasi sicuramente a una chiamata da parte di una compagnia telefonica che vuole illustrarmi i suoi meravigliosi, e irrichiesti, servizi. Non solo: chiamare un numero fisso è, ormai, praticamente inutile visto che la persona di turno è raggiungibile al cellulare. Quindi ecco che mi sento tutto pervaso da una sensazione d'antico rinvenendo abbandonato, a pacchi, all'ingresso l'elenco del telefono 2011 - 2012 e mi viene voglia di confrontarlo con quello vecchio, numero per numero, per vedere se era poi così necessario stamparne una nuova versione ogni singolo anno, una per ogni casa anche se in tante, sempre di più, non viene aperto fino all'anno successivo quando è il momento di scambiarlo con la nuovissima versione. Mah...

The inevitable brano acconcio: http://www.youtube.com/watch%3Fv%3DzhIaKo_CXVw

 
Immagine THE WINDOW'S TALES

Galleria di Arte Contemporanea Roberta Lietti, via Diaz 3, dalle 15.30 alle 19, ingresso libero (fino al 10 dicembre)
Mostra personale di Massimo Dalla Pola e Ilaria Del Monte. Il titolo, che in italiano suona come I racconti della finestra, allude al mondo fiabesco che fa da comune denominatore per lavori molto lontani tra loro sia per pensiero che per tecnica. Dalla Pola (Milano,1971) artista, grafico, designer, presenta una serie di circa cinquanta disegni realizzati a bianchetto su carta da lucido che riproducono la silhouette di alcuni tra i più noti castelli d'Italia. Il lavoro di catalogazione architettonica acquista una valenza favolistica solo nel tema scelto (il castello) senza introdurre alcun elemento narrativo. Nelle carte e negli oli di Ilaria Del Monte (Taranto, 1985) invece è la narrazione fiabesca che predomina. Fanciulle eteree sospese in un contesto surreale, figure dai tratti autobiografici, diventano protagoniste di situazioni oniriche dove elementi reali si mischiano con elementi fantastici, aprendo all'o sservatore infinite possibilità di interpretazione.

NdA: woooops, ho colpevolmente saltato l'inaugurazione di sabato scorso, non solo ho omesso di pubblicarla, ma soprattutto non mi sono spazzolato il buffet! Potrò mai perdonarmi? No, non potrò...
http://www.robertalietti.com/

Immagine CINEFORUM

Astra, viale Giulio Cesare 3, ore 15.30 e ore 21, ingresso con tessera (anche domani alle 15.30)
Il responsabile delle risorse umane (Israele / Germania / Francia, 2010, 103 minuti) di Eran Riklis con Mark Ivanir, Guri Alfi, Noah Silver, Rozina Cambos e Julian Negulesco.
Licenziamenti e assunzioni all'ordine del giorno. Il mestiere del responsabile delle risorse umane sta tutto lì: conoscere i candidati, sottoporli a colloquio e infine accettarli o rimandarli a casa alla ricerca di un'altra opportunità. Semplice, chiaro e diretto. Talmente meccanico da ridurre al minimo le implicazioni umane degli incontri e ampliare al massimo quelle utilitaristiche. Può capitare quindi di scordarsi volti e nomi dei propri dipendenti, così come accade al protagonista del film, accusato da un giornalista d'assalto di non essersi interessato alla morte tragica di una ex dipendente, rimasta uccisa in un attentato terroristico in Israele. Nessun parente reclama il suo corpo e il manager, messo alle strette dal senso di colpa, decide di partire per un lungo viaggio verso il paese natale della ragazza, un villaggio sperduto nella fredda Romania, alla ricerca di un parente disponibile a fare il riconoscimento. Lontano da casa e dagli aff etti, troverà l'occasione per riflettere su se stesso.

NdA: ma ora basta parlare di me...
http://www.cinecircolo.it

Immagine INCONTRI DELL'UNIVERSITÀ POPOLARE

Centro diurno comunale, via Volta 83, ore 15.30, ingresso libero
Terzo incontro con il ciclo Green economy. Stili di vita: dentro la casa. Oggi pomeriggio Michele Marciano parlerà del risparmio energetico in ambito familiare  e la classificazione degli elettrodomestici.

NdA: diverse mie amiche posseggono elettrodomestici che non oserebbero mai classificare, come la mettiamo? È grave?...

Immagine SALOTTO LETTERARIO

Biblioteca dell'Associazione Carducci, via Cavallotti 7, ore 18, ingresso libero
Internet è un diritto umano?. Incontro con l'esperta di diritto dell'informatica Brigida Pirovano.

NdA: più pixel per tutti!...
http://www.associazionecarducci.it/

Immagine LABORATORIO GIANNI SCHICCHI

Teatro Sociale, piazza Verdi 1, ore 20.30, ingresso libero con posto assegnato (anche domani sera, stessa ora)
Atto II ­ La drammaturgia. Da alcuni anni i progetti dell'Orchestra del Conservatorio di Como si caratterizzano per la realizzazione di attività laboratoriali.  Così è stato e sarà anche per il laboratorio dedicato al Gianni Schicchi di Giacomo Puccini che si conclude con due serate al Teatro Sociale di Como nel corso delle quali le esecuzioni dell'opera, dove si alterneranno diversi giovani cantanti, sono introdotte da due lezioni aperte dedicate all¹orchestrazione e alla drammaturgia dell¹opera. Il laboratorio, diretto da Bruno Dal Bon, si è avvalso della collaborazione di due importanti docenti esterni, il baritono Domenico Colaianni che ha curato il lavoro con i cantanti, oltre ad interpretare il ruolo del protagonista, e il violinista Francesco Manara, primo violino di spalla del Teatro alla Scala, che ha seguito per alcuni giorni il lavoro di preparazione dell¹orchestra.

NdA: Schicchi che è, poi, il nonno bis dello scopritore (ehm...) di Cicciolina e Moana, no?
http://www.conservatoriocomo.com

Immagine CINEFORUM: IN UN MONDO CHE...

Cinema Teatro Excelsior, via Diaz 3, Erba, ore 21, biglietti a 4 sacchi
The tree of life (USA, 2011, 139 minuti) di Terrence Malick con Brad Pitt, Sean Penn, Jessica Chastain e Hunter McCracken.
Il film parla dell'evoluzione di Jack O'Brien, un ragazzo del Midwest, e dei suoi fratelli. Il padre dà ai figli un'educazione severa per insegnar loro ad avere successo nella vita. La madre, invece, fa conoscere loro il valore dell'amore e dei sentimenti. Nella mente di Jack i due genitori simboleggiano la Natura (la forza talvolta brutale del padre) e la Grazia (la purezza dell'amore della madre). Gli O'Brien sono una famiglia texana di ceto medio e rigorosamente cattolica degli anni Cinquanta. Il padre di Jack pretende da lui cose che solo gli adulti dovrebbero fare. Egli litiga spesso con il figlio e con la moglie, accusandola di essere una madre poco severa. Jack dopo un po' di tempo rinnega l'esistenza di Dio, desidera la morte del padre e inizia un percorso interiore confuso. La morte del fratello alla prematura età di diciannove anni non fa altro che aumentare il suo stato di angoscia e incertezza. Da adulto Jack è un'anima persa nel mondo moderno . Egli è spinto a capire il senso della vita e così vaga per il mondo in cerca di risposte.

NdFC: noooooooo, non ho detto gioia, ma...

Immagine CINEMA DI QUALITÀ

Lux, via Manzoni 8, Cantù, ore 21.15, 5 sacchi (anche domani sera)
L'amore che resta (USA, 2011, 95 minuti) di Gus Van Sant con Mia Wasikowska e Henry Hopper.
Il film, che si basa sulla piece teatrale Of winter and water birds, scritta dall'attore Jason Lew, racconta la storia d'amore tra due sedicenni, alle prese con l'amore, la morte e il fantasma di un kamikaze giapponese morto durante la seconda guerra mondiale.

NdA: eh? E il fantasma di un kamikaze giapponese morto durante la seconda guerra mondiale? Eh?...
http://www.cinelandia.it/cinema-di-qualita-cantu-lux.html

FUORI SACCO

Immagine NINO ROTA, NOTE MAGICHE PER IL GRANDE SCHERMO

Cinema Teatro, via via Dante 3b, Chiasso, ore 20.30, biglietti a 7 sacchi
Il maestro di Vigevano (Italia, 1963, 106 minuti) di Elio Petri con Alberto Sordi e Claire Bloom.
Il maestro Antonio Mombelli insegna in una scuola di Vigevano. La sua vita si trascina tra le miserie quotidiane e le pretese della moglie Ada, una donna frustrata e insoddisfatta dal modesto stile di vita che può concederle il marito. Unico amico di Antonio è il maestro Nanini, eterno supplente. Il successivo suicidio dell'amico e la ribellione della moglie che, con suo disappunto, troverà lavoro in un calzaturificio, sconvolgerà la sua vita. Per seguire le ambizioni di Ada, Antonio lascia il suo lavoro, e con la liquidazione apre una piccola fabbrica di scarpe gestita dalla moglie e dal cognato Carlo. Ma Antonio è del tutto negato per questa nuova attività: infatti non ha nemmeno il tempo di godersene i primi frutti, che viene smascherato (con molta facilità) dalle autorità per il fatto di procurarsi i pellami necessari per la fabbricazione delle scarpe tramite il contrabbando. La sua nuova attività finisce quin di ingloriosamente e va all'aria, e viene totalmente emarginato dai due. Alla fine, il maestro sarà costretto per necessità a ritornare al suo modesto lavoro di insegnamento mentre Ada, che ormai lo tradiva apertamente, trova la morte in un incidente stradale unitamente al suo amante, lasciandolo così solo, disperato e disilluso con il suo unico figlio.

NdA: Vigevano, città nota per tutte quelle leggi che adesso non ci sono più... (vabbè, sono stanco, fatemi andare a dormire...)
http://www.chiassocultura.ch

Immagine AL CENTRO STUDI CASNATI

Aula magna Giacomo Sfardini, via Carloni 8, ore 17.30, ingresso libero
La Famiglia Comasca presenta il volume Franco Soldaini. I sapori della mia vita. Quarant'anni di storie, amicizie, luoghi, allievi, pensieri con ricette legate a episodi della vita di Soldaini, gastronomo di fama internazionale. Con il ricavato dalla vendita del libro si vuole aiutare la ricerca sulle malattie rare, in particolare la sla e la Corea di Huntington, devolvendo i proventi alle sezioni comasche di Aisla Onlus e Aich.

NdA: questa rischiava di sfuggirmi (con il nuovo sistema non posso aggiungere in mezzo, ma solo in fondo alla InCom) e sarebbe stato un peccato, viste le finalità dell'opera e la lunga frequentazione di Franco che, di fatto, oggi torna a casa sua.

La Settimana InCom di Alessio Brunialti
Questa pagina e' disponibile dalle ore 12 di ogni giorno all'indirizzo: www.laprovinciadicomo.it
Per inviare segnalazioni scrivi a: [email protected]

In collaborazione con: Eden Design, Solfo.
Logo Brunialti-deformed by: Lorena Carpani

Per non ricevere più questa Newsletter ed essere rimossi dalla Mailing List della Settimana InCom fare click qui ed inserire l'indirizzo email nella sezione 'Rimozione'.

brunialti

© riproduzione riservata

Tags