Venerdì 27 Gennaio 2012

SABATO 28 GENNAIO (ROBERT WYATT DAY)

Buongiorno,
mentre ci abituiamo alla nuova iniziativa, Como città de I TERREMOTY, un fremito mi ha percorso alla notizia dell'ennesimo sisma (che putroppo non ho goduto appieno in quanto a bordo di una vettura: che delusione): e se questo ennesimo sommovimento tellurico avesse colpito la fragile passeggiata del lungolago? E se, non volesse il cielo, PARCO ZAMBRO, ne avesse risentito drammaticamente. Raggiunto il sito ho visto avverarsi le mie più nefaste preoccupazioni. Là ove si stendeva la cara verde plastica a perdita d'occhio, ecco solo grigiume e desolazione. Poi qualcuno, mentre rimiravo i cartelloni ancora presenti, che spiegano come avrebbe dovuto essere stato in essere forse se l'avessero fatto il nuovo lungolago, qualcuno mi ha spiegato che no (Queneau), non era stato il terremoto, bensì la mano dell'uomo a provocare tutto questo. Mi sono sentito come Taylor ( sì, insomma, Chaltron Heston) alla fine del Pianeta delle scimmie mentre impreca contro gli uomini su una spiaggia al cospetto del disastro: MALEDETTI PER L'ETERNITÀ! Il mio povero PARCO ZAMBRO non tornerà mai più e se questa città non si dà una mossa ci pensa la placca con la sua scossa...

Il brano pare acconcio, dal titolo, in realtà non lo è ma la sua mestizia s'addice:
http://www.youtube.com/watch%3Fv%3DvsQ977u8Wuk

Immagine CORTOBIO

Parco dei Missionari Comboniani, via Salvadonica 3, dalle 8.30 alle 12.30
È il mercatino dei produttori locali e biologici e si tiene ogni sabato (via Salvadonica la trovate percorrendo la Varesina, a destra dopo il semaforo all'altezza di via Lissi).

NdA: ...chi non ama CORTOBIO o è un ladro o è uno spio...
http://www.cooperativacortocircuito.it

Immagine GIORNO DELLA MEMORIA

Aula Magna, Politecnico, via Castelnuovo 7, ore 10.45, ingresso libero
Concerto... per non dimenticare organizzato dall'assessorato all'istruzione dell'Amministrazione provinciale di Como, dall'Ufficio scolastico regionale per la Lombardia e dalla Federazione bande comasche con il patrocinio del Ministero dell'istruzione, dell'università e della ricerca. Intervengono Luciano Forni e  Roberta Cairoli per l'istituto Pier Amato Perretta.
Immagine OPERA KIDS

Teatro Sociale, piazza Verdi 1, ore 16.30 (esaurito) e ore 17.30, biglietti posto unico a 10 sacchi
Il piccolo flauto magico. Per la quarta edizione di Opera kids, Aslico ha scelto di ritornare alla fiaba scegliendo il Flauto Magico di Mozart. Una fiaba per bambini, una storia illuminista e razionale, ma anche un percorso, tra magia e realtà. È un prisma che racchiude significati infiniti e suggerisce letture differenti, a seconda di come e chi lo guarda. Perfetto, dunque, perché diventi l¹esempio di un percorso conoscenza e di apprendimento per bambini dai 3 ai 6 anni, che, con Tamino, attraverseranno prove iniziatiche, in un percorso di crescita musicale ed umana. Per imparare e ricordare, per scoprire e comunicare, per riconoscere e trasmettere, per diventare adulti e restar bambini.

NdES: pa, pa pa, pa, pa pa, pa pa pa pa, pa pa pa pa...
http://www.teatrosocialecomo.it/dettaglio_evento_2952.aspx?IL_PICCOLO_FLAUTO_MAGICO

Immagine GIOVANISSIMI IN CONCERTO

Sala Musa, Istituto Carducci, viale Cavallotti 7, ore 17.30
Con un concerto dei giovanissimi esecutori del Conservatorio Verdi di Como si apre la ricca stagione degli eventi 2012 dell'istituto musicale lariano. Il primo evento proporrà così musiche di Beethoven, Schubert, Chopin, Mendelssohn, Brahms, Goltermann,  de Sarasate, Massenet e Berg.

NdA: il modo migliore per sostenere i giovani musicisti è sostenerli, ad esempio recandosi ad assistere a occasioni come questa...
http://www.conservatoriocomo.it/

Immagine GIORNO DELLA MEMORIA

Sala mostre, biblioteca comunale, via Joriati 6, Erba, ore 18, ingresso libero
Giovanna Caldara
e Mauro Colombo presentano Tanto tu torni sempre. Ines Figini, la vita oltre il lager (Melampo editore). "Quando fu deportata, Ines Figini aveva meno di 22 anni. Non era ebrea, partigiana o antifascista, ma si era schierata a favore di alcuni compagni di lavoro durante uno sciopero. Così finì nei lager di Mauthausen, Auschwitz-Birkenau e Ravensbrück e infine in un ospedale militare, dove trascorse un anno e mezzo. Ha atteso più di cinquant'anni prima di parlare in pubblico della sua vicenda: ora la racconta in questo libro. È la storia di una famiglia ma è anche una storia di fabbriche; e di una città - Como - punto strategico per le forze nazifasciste. Di treni che partivano per mete ignote e di luoghi in cui l'umanità si divideva tra vittime e carnefici, fino a negare se stessa. È la storia di una persona a cui il lager non ha rubato l'anima e che ha ripreso a vivere. Che ogni anno torna là dove era stata reclusa. Che ricorda. E che, nonostante tutto, ha perdonato." Interviene Valter Merazzi, direttore dell'istituto di Storia contemporanea Pier Amato Perretta.

NdA: avete presente quando c'è poco da aggiungere?...

Immagine ALLO SPAZIO GLORIA

Via Varesina 72, ore 21, ingresso a 7 sacchi
La chiave di Sara (Francia, 2010, 111 minuti) di Gilles Paquet-Brenner con Kristin Scott Thomas, Mélusine Mayance e Niels Arestrup
Un film delicato ed intimistico, intenso e toccante su un episodio poco conosciuto dell'Olocausto. La notte del 16 luglio 1942 gli ebrei parigini vengono arrestati e ammassati al Velodromo d'Hiver, prima di essere deportati nei campi di concentramento. Sara ha solo dieci anni ma, al sentore dell'arrivo della gendarmeria, rinchiude il fratello minore nell'armadio della camera da letto, promettendogli che un giorno tornerà a riabbracciarlo. Sessant'anni dopo, la giornalista di origini americane Julia, trapiantata in Francia da più di vent'anni, riceve l¹incarico di realizzare un reportage sul vergognoso rastrellamento, che la conduce a un'inquietante scoperta: la casa in cui andrà ad abitare con il marito è la stessa in cui viveva proprio la famiglia di Sara. Convinta che la bimba sia sopravvissuta allo sterminio nazista, si mette sulle sue tracce, arrivando a cambiare prospettiva sulla nazione che l'ha adottata e su tutta la sua intera esistenza.

http://www.unaruota.it/xanadu/

Immagine AL CINE-TEATRO IL MULINO

Piazza dela Chiesa, Fino Mornasco, ore 21, ingresso libero
Concerto dei 7grani che presenteranno anche Neve diventeremo, una canzone nati in memoria del partigiano istriano Radovan Ilario Zuccon, per tutti Rado, "deportato a Buchenwald dai nazisti nel 1944. Sopravvissuto, ha potuto testimoniare le crudeltà del nazifascismo". I fratelli Settegrani lo hanno conosciuto da piccoli. Mauro, Fabrizio e Flavio hanno "potuto ascoltare e registrare su cassetta il racconto delle sue drammatiche vicissitudini. Purtroppo Rado oggi non c'è più, ci ha lasciati nel 1995, ma in noi è sempre vivo il ricordo di ciò che ha subito e i valori della Resistenza che ci ha tramandato". "Spesso si  parla del fatto che i giovani danno poco valore alla storia e alla memoria. I 7grani dedicano la loro musica a questi valori affrontando ogni giorno difficoltà proprio perché è difficile portare avanti questi prog etti in un'Italia che dimentica troppo facilmente". L'evento è organizzato dalla locale sede dell'Anpi. Ieri un incontro al Quirinale...

NdA: a sinistra un Settegrano, a destra un Napolitano...

Immagine GIORNO DELLA MEMORIA

Centro civico, via Ravarino 3, Bulgarograsso, ore 21, ingresso libero
Tutti nati in libertà - Teatro canzone per la giornata della memoria di e con Dario Leone.
Lo spettacolo ha debuttato nel Gennaio 2010, e dopo il forte del successo ottenuto si prepara per la terza tournée. In scena un intreccio narrativo di letture sceniche, recitazione e musica dal vivo. Non si rappresenta una semplice celebrazione della ricorrenza, ma si utilizzano la memoria e il suo senso per gettare una luce sui rischi e le discriminazioni della società di oggi. Quanto ha imparato il mondo, da quella terribile lezione? Il racconto di quanto accaduto nell'Europa delle deportazioni, si sfila dalla semplice narrazione storica proponendo spunti di riflessione sul mondo di oggi, il tutto accompagnati da brani musicali eseguiti dal vivo che rappresentano un ulteriore elemento narrativo.
Immagine AL TEATRO SOCIALE DI CANZO

Via Volta 2, Canzo, ore 21, biglietti a 18 sacchi (ridotti under 25 e over 65 a 15 sacchi)
Tra farsa e cabaret con la Compagnia Arcobaleno di Varese: Renzo Martini, Maria Laura Rioda e Raffaele Spina che cura anche la regia dello spettacolo. Un collage di simpatici e divertenti momenti teatrali che dall'arguta comicità della commedia dell'arte attraversano il raffinato umorismo di Goldoni, nel clima della dimensione cabarettistica contemporanea. L'umorismo goldoniano e la comicità della commedia dell'arte in chiave moderna con uno spessore espressivo prettamente teatrale dove gli attori si cimentano con estro e bravura con il genere della farsa che si fonde col brano d'autore per ridonare allo spettatore il clima poetico del palcoscenico senza rinunciare alla battuta piccante ed esilarante assieme. Lo spettatore avrà modo di gustare brani tratti da famose commedie goldoniane alternati a situazioni grottesche, comiche e divertenti, in cui si inseriscono spazi m omentanei di leggera poesia teatrale proposta tramite il canto, la mimica, la recitazione.
http://www.nonsoloturismo.net
Immagine OLTRE LO SGUARDO

Centro Polifunzionale, via Colombo 4, Albese con Cassano, ore 21, ingresso con la tessera del Cinecircolo del Coordinamento comasco per la pace che costa solo 3 sacchi per tutti i film
Mammuth (Francia, 2010, 92 minuti) di Gustave de Kervern e Benoît Delépine con Gérard Depardieu, Yolande Moreau e Isabelle Adjani
Serge Pilardosse va in pensione dal suo impiego al macello. Purtroppo i suoi precedenti datori di lavoro non hanno mai versato i contributi. Per regolarizzare la sua situazione Serge intraprende un viaggio per ripercorrere i luoghi dove ha lavorato nel passato, alla guida di una mitica moto Münch Mammuth. Incontra così vecchi amici, sconosciuti, fantasmi del passato e una inaspettata giovane nipote; sarà principalmente quest'ultima, un personaggio molto particolare caratterizzato da una purezza primigenia e preculturale, espressa anche in forme di art brut, a catalizzare un processo di ritrovamento della propria identità in Serge, che torna così a casa come un uomo nuovo.

http://www.comopace.org

 

Immagine OLTRE LO SGUARDO

Auditorium delle scuole medie, via Somaini 1, Guanzate, ore 21, ingresso con la tessera del Cinecircolo del Coordinamento comasco per la pace che costa solo 3 sacchi per tutti i film
Kitchen stories (Norvegia / Svezia, 2003, 95 minuti) di Bent Hamer con Joachim Calmeyer e Tomas Norström
Studiosi svedesi del campo dell'efficienza e dello studio del movimento intraprendono una ricerca sugli uomini norvegesi non sposati e di mezza età, cercando di ottimizzare la progettazione e l'utilizzo delle cucine. Folke Nilsson viene assegnato a Isak Bjornsson, a studiarne le abitudini di uomo solo e solitario: il protocollo della ricerca lo obbliga a sedere in un angolo della stanza, su un seggiolone simile a quello utilizzato dagli arbitri di tennis e a non interferire con i movimenti del ³ricercato². Isak è però un uomo burbero che preferisce tentare di preservare la propria solitudine intatta, e smette quindi di usare la cucina, spiando il ricercatore attraverso un foro praticato nel soffitto della stanza stessa. Ad ogni modo, i due uomini un po' alla volta si avvicinano e creano un rapporto d'amicizia molto forte anche se mai confessato, simile a quello che si comincia a creare nel secondo dopoguerra tra le loro nazioni di origi ne, la Norvegia e la Svezia appunto. Il regista Bent Hamer prende ispirazione da alcune ricerche originali dei primi anni cinquanta sull'efficienza delle casalinghe svedesi, sviluppando poi una parallela e fittizia ricerca sugli uomini. Molti riferimenti si possono ravvisare anche nel metodo di ricerca di una delle aziende svedesi più conosciute nel campo dell'arredamento, l'Ikea.

NdA: ...anch'io volevo prendere una cucina all'Ikea, ma essa era composta da 62537352 pezzi da montare seguendo le pratiche e istintive istruzioni e essi nom mi stavano in tasca...

http://www.comopace.org

Immagine AL TEATRO SAN TEODORO

Via Corbetta 7, Cantù, ore 21.30, biglietti a 20 sacchi
Donna non rieducabile. Il testo di Stefano Massini, ispirato agli scritti della giornalista russa Anna Politkovskaja, vede impegnate l'attrice Ottavia Piccolo e, all'arpa, Floraleda Sacchi, dirette dal regista Silvano Piccardi. Un intenso monologo dedicato alla memoria della giornalista russa e più in generale alla libertà di pensiero e di stampa.
Immagine ALL'UNAETRENTACINQUECIRCA

Via Fossano 20, ore 22, Cantù, ingresso libero (con consumazione)
Concerto dei Mojo Filters. È la tappa comasca del tour di Mrs. Love Revolution, pubblicato a novembre 2011 con la co-produzione di Jono Manson. Essi sono Alessandro Battistini (voice e chitarra), Carlo Lancini (chitarre), Daniele Togni (basso) e Jennifer Longo (batteria).
Immagine ALL'AGUAPLANO

Via Papa Giovanni XXIII, Cantù, ore 22, ingresso libero mit consumatzione
Concerto dei Vino Raro: tributo a Rino Gaetano.

NdRG: eabbasso alé...
http://www.aguaplano.net

 

Immagine AL WOODSTOCK

S.s. dei Giovi 58, Grandate, ore 22, ingresso libero con consumazione.
Tributo ai Green Day con The Enemies, tributo ai Limp Bizkit con i Chocolate Starfish e original metal con Steel City.

NdA: e comunque... VIULEEEEEENZA!!!...

FUORI SACCO

Immagine AL TEMUS CLUB

Via Campagna 30, Serocca d'Agno (uscita A2 Lugano Nord direzione Ponte Tresa), ore 21.30, ingresso a 15 sacchi svizzeri
Concerto di Simone Tomassini che è bilingue: esso, infatti, canta in italiano e in isvizzero.

NdA: e se serve anche in ispanico!...
http://www.temus.ch

 

Immagine AL TAMBOURINE

Via Tenca 16, Seregno, ore 22, ingresso a 7 sacchi riservato ai soci Arci
Concerto di Giorgio Canali & Rossofuoco, ma ciò che è più importante è che in apertura Il Rebus presenteranno il loro EP. Segue dj set di Python.

NdA: il modo migliore per sostenere i musicisti è sostenerli, ad esempio acclamandoli in occasioni come questa (lo so, mi ripeto, lo so...)
http://www.tambourine.it

La Settimana InCom di Alessio Brunialti
Questa pagina e' disponibile dalle ore 12 di ogni giorno all'indirizzo: www.laprovinciadicomo.it
Per inviare segnalazioni scrivi a: alessio@lasettimanain.com

In collaborazione con: Eden Design, Solfo.
Logo Brunialti-deformed by: Lorena Carpani

Per non ricevere più questa Newsletter ed essere rimossi dalla Mailing List della Settimana InCom fare click qui ed inserire l'indirizzo email nella sezione 'Rimozione'.

© riproduzione riservata

Tags