Domenica 19 Febbraio 2012

LUNEDÌ 20 FEBBRAIO (ROBERT ALTMAN DAY)























www.lasettimanain.com























LUNEDÌ 20 FEBBRAIO (ROBERT ALTMAN DAY)




Buongiorno,
avevo commesso un errore di valutazione: consideravo il Carnevale fastidioso solo perché il rischio concreto di essere circondato da mocciosi squittenti maltruccati da uomo ragno o da Jack Sparrow (come chi è?) e armati di pericolosissime bombolette spray ricoperti di coriandoli e pronti a inciampare nei dislivelli dei tombini fandosi male e frignando il loro dolore contro l'infinito. Ma non avevo considerato, dannazione, che il genitore naturale del bimbo mascherato è, inevitabilmente, un Solo Al Mondo, disposto a passare sopra tutto e tutti per la gioia della sua creatura. Così essi, in una piazza Duomo invasa dagli gnomi e dalle stelle filanti, si aggirano come se fossero sperduti nel deserto, rincorrendo la prole calpestando quella degli altri, muovendo passeggini con la destrezza di un lobotomizzato, bloccandosi in mezzo alla strada di colpo fermandosi con la tipica espressione di chi ha dimenticato di pagare la bolletta della luce degli occhi. Essi, soprattutto, deambulano tenendosi davanti il pargolo truccato con disarmante povertà (non è la crisi: è che mamma sa truccare da pagliaccio giusto se stessa) e per tenere il passo del creaturo sotto il metro compiono le più improbabili e imprevedibili evoluzioni a intero discapito dell'altro passante, ad esempio me, che ha avuto il buon gusto di non riprodursi. Vi prego, non fraintendetemi: il mio non è snobismo, è autentico disprezzo (dei SAM nocivi, si intende, non della loro funesta figliolanza)...

Un brano acconcio al Carnevale per come lo vedo io:
http://www.youtube.com/watch?v=WHNw46KQUFY


























 
























Immagine IL CINEMA ITALIANO - 7. FESTIVAL A COMO



Cinema Astra, viale Giulio Cesare 3, ore 10, ore 18 e ore 21, ingresso con tessera dell'associazione Sguardi a 18 sacchi (valida per tutte le proiezioni)
Programma di oggi:





- ore 10 La Kryptonite nella borsa (Italia, 2011, 98 minuti) di Ivan Cotroneo con Valeria Golino, Luca Zingaretti, Luigi Catani, Cristiana Capotondi e Fabrizio Gifuni.
Nella Napoli del 1973, Peppino Sansone, un sensibile bambino di 9 anni impacciato e occhialuto, vive in una famiglia alquanto bizzarra e sopra le righe. Sua madre Rosaria è entrata in depressione e si è chiusa in un angosciante silenzio, dopo aver scoperto i tradimenti del marito commerciante, che utilizza come alcova una Fiat 850 azzurra. Il padre cerca di distrarre il figlio dalle vicende familiari regalandogli tre pulcini da allevare come animali da compagnia, che però faranno una brutta fine. A distrarre Peppino ci pensano i giovani zii hippy, Salvatore e Titina, che lo coinvolgono in feste in discoteca e manifestazioni femministe. Ma il più grande amico di Peppino è suo cugino Gennaro, un tipo strano che si crede Superman. Quando il cugino muore improvvisamente investito da un autobus, Peppino, grazie alla sua fantasia, lo riporta in vita nel suo immaginario, come supereroe e maestro di vita. Grazie ai suoi "consigli", Peppino affronta le vicissitudini quotidiane e si avvicina al complicato mondo degli adulti.





- ore 18 Appartamento ad Atene (Italia / Germania, 2010, 95 minuti) di Ruggero Dipaola con Laura Morante, Gerasimos Skiadaressis, Richard Sammel, Vincenzo Crea e Alba de Torrebruna.
Nel 1942, ad Atene, viene requisito un appartamento per ospitare un ufficiale tedesco. Nell'abitazione  vivono gli Helianos, una coppia di mezza età un tempo agiata, insieme ai loro due figli, un ragazzo di dodici anni animato da melodrammatiche fantasie di vendetta e una bambina di dieci. Con l'arrivo del capitano Kalter, un dio-soldato che impone il terrore, gli Helianos sono costretti a sottomettersi, diventando così servi in casa propria. L'appartamento li avvolge come un'epidermide. La notte, avvinghiati sulla branda in cucina, intrecciano ciechi deliri: temono gli ordini del nuovo giorno, scambiano piccole parole dalla vocalità scarnificata. Hanno paura di far rumore, non vogliono muovere nulla. Poi, di colpo, l'assenza. Il padrone parte per la Germania, e i servi scoprono che la libertà non ha alcun senso, che la tortura continua. Quando Kalter torna, è un sollievo. È cambiato: più gentile, indulgente. Di un'indulge nza che disorienta. Ma è un fragile equilibrio. Correnti sotterranee di odio agiscono in segreto e preparano un'agghiacciante vendetta. Il film è tratto dall'omonimo romanzo di Glenway Wescott.





- ore 21 La Kryptonite nella borsa. Come sopra, ma intervengono in sala il regista Ivan Cotroneo e Cristiana Capotondi.




NdA: ma, lo anticipo come spiegava ieri sera Lipari, la Capotondi potrebbe non esserci per sopravvenuto problema familiare...
http://www.dreamersonline.it





























Immagine UPDIM (UNIVERSITÀ POPOLARE DI MUSICA)



Sala retropalco del Teatro Sociale, piazza Verdi 1, ore 20.30, ingresso libero





Il sitar e la musica indiana. Docente: Flavio Minardo
Questo seminario vuole far conoscere il sitar, lo strumento indiano più noto in occidente. Verrà presentato e suonato e verranno illustrate in maniera semplice le nozioni principali di teoria della musica indiana, in modo da poter comprendere meglio le differenze tra il nostro sistema musicale e il loro, differenze che non sono solo di tipo teorico pratico, ma anche di modo di approcciarsi alla musica.


NdA: ripropongo la celebre battuta di Ravi Shankar al pubblico newyorchese che lo applaudiva all'inizio di quello che pensavano essere il concerto: "Se vi è piaciuta l'accordatura, vi piacerà sicuramente anche il brano..."
http://www.updim.org/?p=1728





























Immagine I LUNEDÌ DEL CINEMA



Spazio Gloria, via Varesina 72, ore 21, biglietti a 7 sacchi (soci Arci, studenti e over 65 a 6 sacchi)





Faust (Russia, 2011, 130 minuti) di Aleksandr Sokurov con Johannes Zeiler, Hanna Schygulla, Georg Friedrich e Joel Kirby.
Il dottor Faust è un uomo tormentato che lavora nel suo studio sporco, che somiglia più ad una bettola che non a un laboratorio di ricerca scientifica. L'incontro con il demonio, che prende le forme di un abominevole vecchio, e il desiderio che nutre di possedere la giovane Margherita, lo porteranno a intraprendere un viaggio attraverso il senso stesso dell'esistenza. Il protagonista diventa così un pensatore e un anarchico, un farabutto e un sognatore che desidera spingersi oltre, anche al di là del concetto stesso di "tentazione". Il film è stato premiato con il Leone d'oro dalla giuria della 68ª Mostra del cinema di Venezia.


http://www.lunedicinema.com/scheda.asp?id=433




























La Settimana InCom di Alessio Brunialti
Questa pagina e' disponibile dalle ore 12 di ogni giorno all'indirizzo: www.laprovinciadicomo.it
Per inviare segnalazioni scrivi a: alessio@lasettimanain.com

In collaborazione con: Eden Design, Solfo.
Logo Brunialti-deformed by: Lorena Carpani

Per non ricevere più questa Newsletter ed essere rimossi dalla Mailing List della Settimana InCom fare click qui ed inserire l'indirizzo email nella sezione 'Rimozione'.



© riproduzione riservata

Tags