Sabato 17 Luglio 2010

L'alcol fa impazzire le cellule:
s'invecchia prima e rischio-cancro

Un buon bicchiere di vino durante il pasto fa bene, esagerare - mentre si mangia opure no - può provocare danni finora non individuati.
Ad esempio bere troppo alcol fa "impazzire" le cellule, che così invecchiano precocemente e aumenta il rischio di sviluppare i tumori.
A svelare il legame  sono stati tre gruppi di ricercatori, dell'Università degli Studi di Milano, dell'Università di Padova e dell'Ospedale Maggiore Policlinico di Milano. 
Alla base de  loro studio c'èil raffronto tra il dna di 59 persone che hanno fatto largo consumo di alcol con quello di 197 volontari, che hanno assunto invece una quantità di alcol nella norma.
La ricerca ha notato che i telomeri, ovvero le regioni terminali dei cromosomi che regolano la vita della cellula, erano "drammaticamente più corti" nei soggetti che hanno consumato quantità eccessive di alcol:  come dire che più si beve e più si rischia di '"distrarre" o "consumare" il meccanismo che fa invecchiare le cellule in modo naturale.
Inoltre con i telomeri danneggiati, le cellule possono trasformarsi in un tumore.
"Gli alcolisti - ha spiegato Sofia Pavanello, dell'Università di Padova - sembrano più vecchi di quanto non siano in realtà e un eccessivo consumo di alcol è associabile all'insorgenza di tumori di diverso tipo".

u.montin

© riproduzione riservata

Tags