Domenica 12 Settembre 2010

Monza, Sebastian Vettel in un libro
Il talento raccontato da Cremonesi

Monza - Per molti è l'erede di Schumacher, un talento pronto a scoppiare e a diventare realmente il numero uno. Senza per questo credersi già arrivato, nonostante la sua già lunga carriera e le numerose vittorie, ma conservando l'umorismo e la freschezza di un ragazzo che ha 23 anni. È un Sebastian Vettel straordinario, ma al contempo ordinario, quello raccontato nel libro a lui dedicato, presentato in anteprima a Monza durante il Gp, pubblicato da Editvallardi e scritto a quattro mani dal monzese Andrea Cremonesi, inviato della Gazzetta dello Sport, e da Marco Degl'Innocenti.
Il pilota si scopre in una lunga intervista che spazia dai suoi esordi a quattro ruote al suo passaggio in F1, momento che secondo il giovane tedesco ha coinciso con la sua scelta definitiva di diventare pilota. «Prima era solo un divertimento» ha dichiarato.

Il volume, 120 pagine con un ricchissimo apparato fotografico che ritrae Vettel non solo nei momenti più legati ai motori e all'avventura Red Bull, ma anche nel tempo libero, ripercorre puntualmente tutta la carriera del più giovane pilota a vincere un gp di Formula 1 anche attraverso le preziose testimonianze dei tecnici che negli anni hanno lavorato con lui. Dalla stagione dei kart, passando all'esperienza sotto Giorgio Ascanelli in Toro Rosso, dove proprio a Monza, sotto una terribile pioggia, Vettel ha sollevato al cielo il suo primo trofeo della classe regina. Gustosa, in conclusione, l'intervista doppia insieme al compagno di squadra Webber.

c.pederzoli

© riproduzione riservata