Martedì 24 Agosto 2010

Tennis, al Challenger
si aspettano gli italiani

COMO Ventidue giocatori, dall'olandese Robin Haase - numero 100 del ranking internazionale -, al marocchino Reda El Amrani (n. 201). Oltre, quasi sicuramente, le wild card che verranno concesse al livornese Filippo Volandri (96) e al senese Paolo Lorenzi (105). E, forse, con la presenza del bolognese Simone Bolelli (107) - vincitore della prima edizione del 2006 -, il cui coach comasco Riccardo Piatti ha fatto richiesta di un invito qualora il suo allievo dovesse essere eliminato nelle qualificazioni degli Us Open. L'entry-list del challenger Atp «Credito Valtellinese» (30mila euro di montepremi + ospitalità), al via sabato 28 agosto con le qualificazioni, è ora ufficiale.
Dopo i pochi nomi fatti trapelare dagli organizzatori prima di Ferragosto, si conosce l'elenco dei tennisti che calcheranno i campi in terra rossa del Tennis Como. «Siamo molto soddisfatti» - affermano all'unisono Giulio Pini, presidente del circolo di Villa Olmo e Paolo Carobbio, direttore del challenger.
E, come anticipato alcuni giorni fa, nella lista dei 22 non figurano, per adesso, tennisti italiani. «Ma siamo a fine stagione - chiosa Carobbio -, e gli infortuni sono sempre possibili. Per cui non è escluso che qualche azzurro, come il romano Cipolla e il patavino Galvani, possa essere del torneo».
Quanto ai giocatori, oltre ad Haase, spiccano i nomi dello spagnolo Hernandez - ex Top 50 -, dell'olandese Huta Galung - fresco vincitore del challenger siciliano di Trani -, dell'argentino Junqueira - che in via Cantoni s'impose nel 2008 -, del “collerico” austriaco Koellerer e del cileno Massu (già campione olimpico ad Atene 2004).
A questi nomi se ne potrebbe aggiungere un altro importante - la quarta wild card -, ma che verrà reso noto, al pari degli altri tre “inviti”, nella tarda mattinata di venerdì, quando ci sarà la presentazione del torneo.

g.valentini

© riproduzione riservata

Tags