Giovedì 25 Novembre 2010

Motonautica F1 offshore,
giornata-no per Cappellini

ABU DHABI - Anche sotto la scorza del duro, a volte l'emozione gioca brutti scherzi. Giovedì non è andata proprio bene a Guido Cappellini nella prima delle due prove in programma nella quinta tappa del campionato del mondo di Class 1 Offshore, dove il suo 74 Poliform non è nemmeno partito. Il fuoriclasse comasco è tornato negli Emirati Arabi Uniti con il cuore in gola. Su quel mare, in diciassette stagioni, infatti, ha conquistato ben nove dei suoi dieci titoli di F1 inshore. Adesso avrebbe voluto salutare i suoi fans almeno con un podio nella nuova veste di pilota nella serie motonautica dei grandi catamarani. Un nuovo percorso, che comunque, in una sola stagione gli ha già dato tre podi importanti. Le attese per questo ritorno erano dunque ben diverse, ma i propulsori del catamarano non sono stati d'accordo. Hanno iniziato a fare le bizze già nelle prove libere, intestardendosi nella cronometrate e schiattando in gara. Risultato: Guido Cappellini e Gianpaolo Montavoci non sono nemmeno partiti.
«Lo scafo è tecnicamente a posto - assicura Guido - e ne abbiamo migliorato le performance durante i test effettuati in Spagna. Tutto il team ha lavorato al meglio per trovare il miglior set-up per queste ultime quattro gare dove l'affidabilità conterà certamente più che delle prestazioni assolute. Purtroppo non abbiamo fatto i conti con i motori ed ora dobbiamo sottoporci ad un tour de force per presentarci al via nella  seconda gara. Siamo comunque fiduciosi di chiudere positivamente questa nuova “campagna” negli Emirati Arabi».
Quanti ricordi? «E' un luogo dove ho scritto pagine storiche della mia carriera e dove trovo sempre grandi stimoli. Un percorso sempre più spettacolare dove mi aspetto una bella lotta per conquistare il podio nella classifica finale del campionato a Dubai. L'obiettivo è alla nostra portata e, nelle tre prove che restano, daremo certamente il massimo per centrarlo».
Per la cronaca Gara 1 è stata vinta dal Team Abu Dhabi dell'arabo Al Tayer e dell'americano  Tomlinson. Venerdì alle 15 si replica.

g.valentini

© riproduzione riservata

Tags