Martedì 22 Febbraio 2011

Tricolore di pattinaggio
a Casate con una deroga

Nel fine settimana il Palazzetto del ghiaccio di Casate vivrà un momento particolare. Il GGR Como si è infatti accaparrato l'organizzazione del campionato italiano di pattinaggio di figura su ghiaccio riservato alle categorie Novice e Juvenile cioè a quegli atleti che nelle prossima stagione gareggeranno tra gli Junior. Ragazzi dai 13 ai 17 anni, talenti che sognano di fare il grande salto. Uno spettacolo. Che il Gruppo Giovanile Ritmico della presidentessa Sommaruga vive con emozione: «Forse è il momento più importante della nostra storia». Già. Ma la manifestazione, che verrà presentata domani a Villa Gallia, arriva anche a mettere in luce la situazione di un palazzetto diventato indigesto, una struttura dall'attività sempre meno libera e contingentata. Prova ne sia che il campionato tricolore di venerdì sabato e domenica (150 atleti, tra cui alcuni comaschi) si potrà disputare solo grazie a una deroga. Deroga su che cosa? Sugli orari, che limiterebbero l'attività da dopo le 10 di mattina. Si partirà alle 8.30.
Questa è la situazione attuale di una struttura nata libera, negli anni Settanta, addirittura all'avanguardia (con una pista di fondo estiva costituita da binari artificiali), un'oasi nel verde. Oggi la struttura è compressa, soffocata tra diverse unità abitative. Delle quali, una in particolare è vicinissima al palazzetto, tanto che dalla finestra dell'abitazione, rialzata, si vede comodamente la pista del ghiaccio. Costruita dopo, ovviamente. Beh, il fatto è che gli abitanti delle case vicine non ne possono più dei rumori. Si è arrivati a una raccolta di firme. La musica durante il giorno, e (soprattutto) i colpi sul legno degli allenamenti di hockey, tutti i giorni, hanno estenuato gli abitanti.

n.nenci

© riproduzione riservata

Tags