Martedì 29 Marzo 2011

Comense nei guai: Harmon
è a rischio per i play off

COMO - Geas-Comense, prima gara dello storico derby dei quarti di finale, si disputerà non domenica bensì sabato a Cinisello alle ore 18. Lo spostamento era già stato richiesto tre settimane fa dalla società milanese che aveva subordinato lo slittamento dell'avvio dei play off (inizialmente previsto domani) al fatto che domenica il palazzetto fosse già occupato dal volley. Palla a due alle 18 per evitare concomitanze con Milan-Inter.
La Comense quindi non ha potuto opporsi. Ma la notizia che rischia di rovinare i sogni lariani è che Jillian Harmon potrebbe non essere in campo nella prima partita. Come si temeva la distorsione alla caviglia destra rimediata contro Parma è piuttosto seria: lesione di secondo grado del legamento peroneo calcaneare. Ieri risonanza e oggi nuova visita. Di norma, dice lo staff medico, dieci giorni di riposo. Gara-2 per inciso si giocherà mercoledi 6 a Casnate alle 20.30, eventuale terza il 9 a Cinisello.
Harmon è uscita dal campo con le stampelle: una scena purtroppo già vista diverse volte. E' la maledizione che quest'anno perseguita la Comense, con un'incredibile striscia di infortuni gravi iniziata il 5 dicembre e mai interrotta. L'ultimo crack lunedì scorso quando, rientrata da soli due giorni dopo la rottura del menisco, Donvito aveva fratturato la mano sinistra. Per lei stagione finita. E pensare (non ce ne voglia Montini) che invece il Geas su 24 giornate della regular season ha avuto 7 giocatrici sempre presenti e solo 2 assenti per problemi non gravi in 2 partite a testa. Beati loro.
Lo stop di Harmon complica anche la settimana di allenamenti e la preparazione della gara. Se non ce la farà rientrerà Sowinski. Contro Parma due notizie liete. Con la tripla messa a segno al 24' Zampella ha varcato gli 800 punti in maglia Comense. E con il canestro a 14” dalla fine, battendo in 1 contro 1 la capitana della nazionale Franchini, Maffenini ha realizzato i primi punti in A1 al Palasampietro. A fine gara firmava i suoi primi autografi.

g.valentini

© riproduzione riservata

Tags