Lunedì 11 Aprile 2011

Franco, sesto gol:
"Un punto importante"

C'è la gioia di Walter Zullo, al suo primo gol nei professionisti, e c'è quella di Michele Franco, capocannoniere del Como con Maah. Sono tutti importanti i gol, da qualche domenica lo sono un po' di più per i giocatori del Como. Importnati e sempre decisivi. Per Franco è il sesto stagionale, il quinto su rigore. Sta diventando una bella abitudine per il capitano, a cui : «Loro sono partiti in maniera molto più aggressiva, ma anche noi non eravamo i soliti e abbiamo pagato subìto questa differenza. L'espulsione di Conti? Lui dice di aver cercato solo di proteggere la palla e che non c'è stata alcuna cattiveria. L'episodio per fortuna non ha inciso più di tanto e nella ripresa abbiamo dimostrato ancora una volta di essere una grande squadra». Una grande partita, gol a parte, per un capitano sempre più leader del Como: «E' un punto importantissimo, conquistato grazie all'apporto di tutti. Di chi va in campo e di chi sta fuori e che gioca meno. Tutti danno il cento per cento quando vengono chiamati in causa. I rigori? E' importante arrivare in area e riuscire a creare occasioni pericolose».
Per Zullo, è stata una rete particolare. Entrato a inizio ripresa al posto di Villar per riportare la difesa a quattro dopo l'espulsione di Conti, si è subito reso utile anche in attacco. E la rete gol del 2-2 e davvero importante, non solo per il Como: «E' un gol che ricorderò, è il mio primo da quando gioco nei professionisti. Un gol che ci tiene ancora in corsa per i play off». Peccato per il primo tempo negativo del Como: «Questa era una delle partite più difficili di questo finale di stagione. La Cremonese è una grande squadra, il caldo poi non ha aiutato a esprimerci al meglio. L'approccio non è stato dei migliori, non abbiamo iniziato la partita come volevamo e come stavamo facendo ultimamente. Per fortuna nella ripresa c'è stata una grande reazione». E Zullo, con il passare delle giornate, si sta ritagliando spazio e piccole soddisfazioni: «A Benevento ero ai margini e a gennaio ho accettato Como per giocare. Quando sono arrivato sono andato in tribuna quattro volte, ma non mi sono mai perso d'animo. Ho giocato ed è arrivata anche la convocazione per la rappresentativa Under 21 di Lega Pro: la stagione ha preso una piega decisamente migliore». E domenica, senza Conti squalificato, potrebbe toccare nuovamente a lui affiancare Magli al centro della difesa.
Infine il portiere Paolo Castelli spiega i due gol della Cremonese: «Il primo è stato un gran gol, ha calciato forte al volo, non era semplice. Sul raddoppio ci ho messo la mano, ma Joelson è stato velocissimo a ribattere in gol».

n.nenci

© riproduzione riservata

Tags