Sabato 16 Aprile 2011

Cantù contro Biella
Tutti neri per Wabara

Cantù affronta Biella al Pianella. Di qua una squadra in striscia positiva da cinque turni e che ha vinto nove delle ultime dieci partite. Di là, una formazione che ha perso dieci dei dodici incontri più recenti. Di qua la seconda forza del campionato che sta invogliando a sognare i propri tifosi, di là la terz'ultima in classifica che sta facendo venire gli incubi ai propri sostenitori. Di qua un allenatore che da una decina di giorni sa di non poter contare su Marconato (in panchina solo per assicurare il minimo sindacale degli italiani), di là un tecnico che all'improvviso si è ritrovato a dover rinunciare a Suton ovvero al suo unico vero centro di ruolo. Di qua, chi è consapevole di aver tutto da perdere da questa sfida («il match nasconde insidie» avverte Trinchieri) eppure siamo certi non farebbe mai cambio con l'altro - di collega - che pur è conscio di potersela giocare senza doversi confrontare con il peso del pronostico. Insomma, di qua una Bennet largamente favorita e di là un'Angelico che non sembra messa benissimo. Con l'aggravante, come si accennava, del freschissimo infortunio (frattura al quinto metatarso del piede sinistro, il ché significa stagione finita) a Goran Suton. Oggi tutti in campo con un segno di riconoscimento antirazzista a solidarietà di Wabara insultata a Como durante Comense-Geas.

n.nenci

© riproduzione riservata

Tags