Domenica 17 Aprile 2011

Margaglio saluta Como:
"Me ne vado in Finlandia"

MILANO - «Vado a vivere in Finlandia». Queste le parole con cui Maurizio Margaglio ha annunciato sul suo blog la svolta della sua carriera. Il nostro campione, che insieme con Barbara Fusar Poli ha vinto il titolo mondiale ed europeo nella danza nel 2001 ed il bronzo olimpico nel 2002, già dallo scorso anno ha iniziato a lavorare con le Rockettes e il Team Fintastic, campionesse di sincronizzato, come coreografo, assumerà l'incarico di responsabile della danza finlandese.
Margaglio aveva un rapporto di collaborazione con la società comasca G.G.R. Gruppo Giovanile Ritmico che non potrà proseguire. «Il dado è tratto. La proposta è bellissima. Lavorare in un paese dove il secondo sport nazionale è il pattinaggio su ghiaccio, far crescere la danza su ghiaccio, che nei paesi scandinavi non ha ancora avuto l'attenzione che merita - dice Margaglio - continuare a seguire le Rockettes e il Team Fintastic che in questi ultimi mesi mi hanno regalato tantissime emozioni, è un sogno». 
«Susanna Rahkamo all'inizio dell'anno ancora Susanna mi ha chiamato, questa volta la sfida era ancora più affascinante: “perché non vieni a vivere ad Helsinki e a far crescere la nostra danza su ghiaccio?”, la mia sorpresa era grande, ma l'idea mi ha subito coinvolto, e così mi sono ritrovato a parlare di progetti, di iniziative e di interazioni che mi hanno convinto a fare il grande passo. Finora ho incontrato gente entusiasta e competente, che cerca di innovare e di trovare nuovi stimoli in una nazione che il ghiaccio ce l'ha nel sangue».
A quando l'inizio?«Comincerò ufficialmente i primi di maggio, ma in questi giorni cerco di conoscere meglio i pattinatori, i club e la città: fa un po' freschetto ... diciamo che c'è la primavera, ma con l'aria condizionata ».
E dei diversi rapporti che hai con le società in Italia? «Delle tante collaborazioni che ho in Italia ed all'estero ne potrò portare avanti solo alcune, le più importanti sicuramente, spero di riuscire a far venire qui tanti pattinatori capaci per aiutarci a crescere».

g.valentini

© riproduzione riservata

Tags