Martedì 30 Agosto 2011

Ciclismo, sfida al Muro
Sabato con i dilettanti

COMO - I crismi perché diventi classica del ciclismo dilettanti ci sono: la gara che si disputerà sabato con partenza da Magreglio (alle 11) e arrivo sul Muro di Sormano (1107 metri), costituirà davvero una sfida.
Percorso da Magreglio a Canzo, Segrino, Pusiano, Cesana Brianza, dove inizierà il circuito di 15 km. circa da superare cinque volte, quindi Oggiono, Civate, Valmadrera, Onno, Valbrona, Asso bivio, inizio salita della Colma poi il fatidico Muro ed arrivo dopo 133 km..
A tre giorni dalla chiusura delle iscrizioni 135 atleti, in rappresentanza di 15 società. C'è anche il vetunenne sardo Fabio Aru, abile scalatore, vincitore del Valle d'Aosta. «E' di molto significativo - precisava Franco Bettoni nel corso della conferenza stampa tenutasi nella sede dell'Amm. Provinciale - che nessuna società abbia reclamato un rimborso spese come avviene in tutte le gare».
Entrato nel percorso del Lombardia negli anni '60, quando Vincenzo Torriani aggiunse questa salita, breve (1700 metri), ma con pendenze ripidissime (12-24%) superando 300 mt. di dislivello (827 -1107) trovò in Imerio Massignan davanti a tutti al culmine. Poi Ercole Baldini nel '62 fissò il record nella scalata in 9'24”. Nel 2006 venne disposta una nuova asfaltatura e da allora i rampichini, grazie al rapportino, superarono tale limite.
Dopo oltre mezzo secolo arriva questa corsa che potrebbe diventare una classica per élite-under 23: dopo 130 km. sarà tutt'altra cosa affrontare questa salita. Tratto finale di 500 mt. transennato e cronometraggio sui 1700 metri di salita. Ritrovo a Magreglio al Bar Ghisallino dalle 9, il via alle 11 con arrivo attorno alle 14.30. Alla presentazione è stato mostrato un filmato sul Muro che mischia passato e presente, realizzato dall'abile Angelo Gaudenzi.

g.valentini

© riproduzione riservata

Tags