Mercoledì 18 Gennaio 2012

Atletica lombarda,
Campi non si ricandiderà

COMO - Intervenuto alla «Festa dell'atletica» di Anzano del Parco, il presidente regionale Enzo Campi, comasco di Rovellasca, ha illustrato fra l'altro alcune interessanti iniziative. 
Ma soprattutto ha annunciato che non si ricandiderà più per il prossimo quadriennio olimpico lasciando tutti ammutoliti. Considerata la sua notevole preparazione e competenza pensiamo proprio che saranno in molti che cercheranno di fargli cambiare idea prima che il suo mandato giunga a scadenza
Riguardo alle iniziative, gli incentivi e la compartecipazione ai premi delle società per complessivi 138.000 euro, a sostegno della loro attività - di cui abbiamo scritto alcune settimane fa, ndr - ha comunicato che per quest'anno saranno gratuite anche le iscrizioni degli atleti partecipanti ai campionati regionali individuali e societari di tutte le categorie (una trentina  di manifestazioni in tutto) pari a un importo di 40.000 euro che si accollerà lo stesso Comitato regionale lombardo.
Una risposta, forse anche provocatoria, che ha come finalità quella di riutilizzare in modo concreto gli aumenti imposti dalla Fidal centrale per affiliazioni, tesseramenti, tasse gare, ecc.
Sono balzelli che gravano ancora di più sulle società in un momento economicamente piuttosto difficile Campi (è stato pure vicepresidente e consigliere nazionale) ha rammentato che il 25% dell'intera attività viene svolta in Lombardia (670 le manifestazioni organizzate nel 2011) e che nell'ultimo decennio si è registrato un incremento dell'80% di tesserati.
Sulla contestata decisione del Coni nazionale di abolire i comitati provinciali si è espresso criticamente sottolineandone la loro «particolare importanza per il territorio e che, almeno per quanto riguarda la Lombardia, non costano nulla essendo gestiti da volontari, i quali dedicano con grande impegno e passione il loro tempo libero, e non da persone retribuite».

g.valentini

© riproduzione riservata

Tags