Lunedì 30 Aprile 2012

Tifosi alla squadra
Andate a lavorare

I tifosi del Como contestano la squadra, durante e al termine della partita contro il Lumezzane. Lo scollamento tra il tifo e i giocatori, ormai, è più che evidente. Del resto, grande feeling non c'è mai stato quest'anno. E chissà quale sarà l'atteggiamento domenica prossima, nella partita decisiva contro la Ternana.
Erano una cinquantina i comaschi a Lumezzane. Una ventina con Tessera del Tifoso, gli altri sprovvisti. Dopo tante trasferte a vuoto fuori dagli stadi di tutta Italia, consapevoli di non poter entrare in nessuno stadio, ieri i tifosi "non allineati" hanno avuto un regalo, così come era successo solo a Ferrara contro la Spal. Le forze dell'ordine hanno infatti consentito l'ingresso anche a loro - una consuetudine a Lumezzane - nonostante sabato fosse stato chiarito che i tifosi non tesserati non sarebbero entrati. Alla fine, dentro tutti, sistemati nel settore laterale della tribuna: pericoli di contatto con l'inesistente tifoseria di casa non ce ne sono. Partono i cori, inizialmente non c'è contestazione. Ma con il passare dei minuti cresce l'insofferenza. Il Como fatica, i tifosi si spazientiscono. E al gol del Lumezzane, saltano i nervi a tutti. «A lavorare, andate a lavorare», urlano i tifosi alla squadra. Nemmeno il pari placherà la rabbia.

n.nenci

© riproduzione riservata

Tags