Sabato 30 Giugno 2012

Campionati europei di atletica
Cattaneo ottava, Schembri 10°

HELSINKI - Il sorriso (seppur a metà) di Micol Cattaneo; la delusione di Fabrizio Schembri. La finale e l'ottavo posto per la ostacolista; il decimo con una misura tutt'altro che di rilievo per il triplista.

Questi i due volti della giornata comasca (anzi per meglio dire, rovellaschese) ai campionati europei di atletica leggera ad Helsinki.
La nota lieta è quella di Cattaneo. Arrivata alla kermesse continentale a fari spenti e in sordina, ha lanciato invece un acuto che diventa ancor più importante in chiave minimo olimpico. Poco importa se poi, nella finale dei 100 ostacoli, abbia dovuto accontentarsi dell'ottavo e ultimo posto, con il tempo di 13"16.Per l'allieva di Flavio Alberio rimane la soddisfazione per essere entrata nell'èlite continentale, grazie al terzo rango, molto grintoso con un 13"10, pur correndo su una pista bagnatissima e con una temperatura ben lontana dall'estate, nella semifinale del pomeriggio.

Un po' di delusione per Schembri. Il triplista di Rovellasca non è riuscito a centrare nessuno dei due obiettivi che si era proposto alla vigilia: migliorare l'8° posto della precedente edizione e dimostrare di valere il minimo olimpico. Il portacolori dei Carabinieri, su una pedana devastata dall'acqua si è fermato a un modesto 16,40 (tra l'altro ventoso con + 2,7) che lo ha escluso dalla finale a otto, relegando in decima posizione. Per il comasco un risultato che, a una settimana esatta dalla chiusura del limite temporale per conseguire la misura olimpica (fissato a 17,20 ), lancia segnali poco incoraggianti.

f.cavagna

© riproduzione riservata

Tags