Domenica 04 Novembre 2012

Cantù deve vincere con Avellino
Trinchieri: «Squadra temibile»

CANTÙ - Dopo il "master" sostenuto a Madrid, contro una squadra di livello assolutamente superiore, Cantù cambia insegna e con la maglia Chebolletta torna ad affrontare il campionato italiano con il primo dei due consecutivi turni casalinghi (in realtà saranno tre, con l'impegno europeo di giovedì a Desio contro il Fenerbahce, ma questo è un altro discorso) che porteranno alla Ngc Arena oggi la Sidigas Avellino - inizio ore 18.15 - e domenica prossima la Vanoli Cremona.

«Una squadra temibile, i cui momenti "alti" sono davvero molto alti. Noi dovremo riprendere il giusto cammino dopo una settimana lunga e difficile, d'altra parte sapevamo che il ritmo degli impegni sarebbe stato questo e quindi guardiamo avanti affrontando questo match con la giusta concentrazione e provando a sfruttare il vantaggio di giocare in casa»: questo il commento pregara di Andrea Trinchieri, coach della Chebolletta Cantù.

Gli irpini, alla ricerca del primo successo esterno dopo le sconfitte a Varese e Cremona, avevano debuttato perdendo in casa contro Montegranaro ma si sono rifatti superando largamente al PalaDelMauro sia Milano, strapazzandola sotto canestro, che Bologna, con un incredibile 16/24 di squadra da tre. Alla Ngc Arena, Cantù si è imposta nell'ultima partita giocata contro Brindisi.

Leggi l'approfondimento nell'edizione de La Provincia in edicola domenica 4 novembre

f.cavagna

© riproduzione riservata

Tags