Allenamenti a porte chiuse  in prossimità delle partite
Il coach Evgeny Pashutin (Foto by foto Butti)

Allenamenti a porte chiuse

in prossimità delle partite

Nei due giorni precedenti, “Caimi” off limits per i tifosi canturini. Questa sera arriva Jefferson.

Lo scorso anno le porte del “Toto Caimi” in occasione degli allenamenti restarono chiuse per tutte la stagione, quest’anno saranno… girevoli. Ossia aperte i primi giorni della settimana, ma chiuse nel prepartita, vale a dire gli ultimi due giorni di allenamento. È una richiesta specifica di coach Evgeny Pashutin e la società si è adeguata alla volontà del tecnico.

Si tratta di un modo per tenere la squadra più concentrata in allenamento nei giorni che precedono la partita e per evitare casi di “spionaggio” da parte di emissari delle squadre avversarie. E, in ogni caso, l’allenatore russo è sempre stato abituato a fare così e non ha cambiato idea ora.

Intanto, l’arrivo di Davon Jefferson, ala-centro americana ingaggiata mercoledì, è previsto nella tarda serata di domani - nemmeno la società ha informazioni precise al riguardo - se non ci saranno intoppi.


© RIPRODUZIONE RISERVATA