Annoni sale, bel bronzo

«Ma il difficile è la discesa»

Medaglia a sorpresa a Sondalo per l’atleta comasca

Annoni sale, bel bronzo «Ma il difficile è la discesa»
La giovane guanzatese Francesca Annoni

Domenica a Sondalo l’attenzione dei comaschi era puntata su Samuele Nava, tra favoriti per il titolo italiano Allievi di corsa in montagna e così è quasi passata in secondo piano la grandissima sorpresa del bronzo di Francesca Annoni tra le Cadette (dove, per l’esattezza, si disputava il Criterium). Un risultato di prestigio, ottenuto da un’atleta di pianura, in mezzo ad avversarie abituate ai sentieri e alle salite. La medaglia è stato poi il regalo che la guanzatese ha voluto farsi per il quindicesimo compleanno, che ha festeggiato lunedì. «Ovviamente sono contenta per il piazzamento sul podio: diciamo che non me l’aspettavo» confessa, con la tradizionale estrema sintesi, lei che è sempre di poche parole. Dalla voce però emerge forte e chiaro, una passione vera per la corsa in montagna. «Mi permette di staccare dalla monotonia della pista - dice la comasca che ha iniziato a praticare atletica nel 2006 nell’Osg Guanzate, società per la quale è tutt’ora tesserata -. In montagna mi diverto, anche se si fa fatica, soprattutto in salita». Pur essendo entrata nel mondo dei camosci da poco più di un anno - la prima uscita è stata ai regionali 2014 dove è subito diventata campionessa - ha già capito come “funziona”. «E’ indispensabile buttarsi senza paura, nelle discese - dice -. E lì devo ancora migliorare».

© RIPRODUZIONE RISERVATA

{# #}