Arnaboldi e il Challenger saltato «Peccato, Como era casa mia»
Andrea Arnaboldi, di Cantù

Arnaboldi e il Challenger saltato
«Peccato, Como era casa mia»

Il professionista canturino commenta l’annullamento del torneo Atp di Villa Olmo

Sarebbe stato uno dei giocatori più attesi del Challenger di Como, ma il torneo non si disputerà e così, anche per lui, l’appuntamento è per il 2021. Andrea Arnaboldi, professionista canturino, è sempre di casa a Villa Olmo per il “Città di Como”, sempre tra i più applauditi e sostenuti dal pubblico. Anche lui ha appreso con dispiacere dell’annullamento dell’edizione 2020 dell’evento: «Peccato, è un torneo a cui tengo molto, per molte ragioni. Il fatto di giocare in casa è per me sempre un motivo per non mancare, inoltre lo considero un gran bel torneo, che si disputa in un contesto unico».

Per Arnaboldi e tanti altri tennisti, la ripresa dei Challenger è ancora molto lontana: «Il termine del blocco è l’1 agosto, speriamo che non vengano cancellati altri appuntamenti». Tra l’altro, in questi giorni – già annullato Wimbledon, Roland Garros posticipato a fine settembre – si dovrà anche decidere il destino degli Us Open, in programma a fine agosto.

ALBO D’ORO “CITTA’ DI COMO” - 2006 Simone Bolelli; 2007 Maximo Gonzalez; 2008 Diego Junqueira; 2009 Oleksandr Dolgopolov; 2010 Robin Haase; 2011 Pablo Carreno-Busta; 2012 Andreas Haider-Maurer; 2013 Pablo Carreno Busta; 2014 Viktor Troicki; 2015 Andrey Kuznetsov; 2016 Kenny De Schepper; 2017 Pedro Sousa; 2018 Salvatore Caruso; 2019 Facundo Mena.


© RIPRODUZIONE RISERVATA