Asso e Lenno entrano nella storia Ghisalberti e Talacci ai Mondiali
Ilaria Ghisalberti

Asso e Lenno entrano nella storia
Ghisalberti e Talacci ai Mondiali

Da Cabiate, presente nelle ultime tre edizioni, il testimone per la rassegna Juniores passa agli altri due club

Lenno e Asso saranno presenti ai prossimi Campionati mondiali Juniores di sci alpino, in programma dal 5 al 14 marzo a Narvik, in Norvegia. Simon Talacci dello Ski racing camp Lenno e Ilaria Ghisalberti del Gb ski club Asso fanno parte della nazionale italiana che affronterà la kermesse riservata ai nati dal 1999 al 2003.

Cabiate, al via nelle ultime tre edizioni della rassegna iridata destinata ai campioni del futuro, con Nicolò Molteni, passa il testimone ad altri due paesi comaschi. Con Lenno e Asso che sono alla “prima volta”. Talacci e Ghisalberti hanno ottenuto la chiamata del coordinatore del settore tecnico giovanile Max Carca, grazie agli ottimi risultati ottenuti in stagione.

Talacci (19 anni di Livigno), che è campione italiano Aspiranti di supergigante in carica, ha debuttato in Coppa Europa, mettendosi in risalto, nonostante gli altissimi pettorali. Ha in bacheca tre vittorie, tutte in gigante, negli appuntamenti Fis dal 7 all’11 gennaio scorso a Santa Caterina e Courmayeur. È allenato dal coach di Brunate, Corrado Castoldi, che ha portato Luisa Bertani ai primi punti in Coppa del Mondo, anche lei nel gigante. Per il tecnico comasco è un momento d’oro che lo ripaga di tutte le giornate dedicata ai suoi atleti.

Talacci, al pari di Rizzi, non è inserito nelle squadre nazionali. La chiamata di Ilaria Ghisalberti è stato il regalo più bello per i dieci anni del Gb ski club Asso, celebrati pochi giorni fa. Anche se la cattiva sorte stava per mandare a monte tutto. A Bardonecchia in una discesa Fis, il 15 febbraio scorso, l’allieva del tecnico assese Alain Pini, è caduta rovinosamente. L’esito medico annunciava una lussazione ad una spalla, con tempi di recupero per nulla brevi.

Ma Ghisalberti (19 anni di Zogno), che in carriera ha superato infortuni ben più gravi, non ha voluto rinunciare alla maglia azzurra per il mondiale. Così ha deciso di partire per Krkovec, in Slovenia, per il gigante di Coppa Europa (sesta apparizione complessiva, dopo il debutto ad Andalo del dicembre 2017). Dopo una prima manche controllata, ha sparato una seconda a tutta, recuperando 21 posizioni e chiudendo al 39° posto.

Un test per l’iridato di Narvik, ampiamente superato. Conoscendo la forza di volontà incredibile di Ghisalberti (che in carriera ha vinto 4 gare Fis), non ci sarà da stupirsi nel vederla protagonista sulle nevi della Norvegia.


© RIPRODUZIONE RISERVATA