Atletica, caso “irreperibili” Assolto il comasco Schembri
Fabrizio Schembri

Atletica, caso “irreperibili”
Assolto il comasco Schembri

A carico del triplista era stata aperta un’indagine dalla magistratura sportiva dopo le mancate reperibilità ai controlli antidoping

Assoluzione per gli azzurri dell’atletica leggera Giuseppe Gibilisco, Jacques Riparelli, Roberto Bertolini, Marco Francesco Vistalli e il comasco di Rovellasca, Fabrizio Schembri.

Il caso è quello dei cosiddetti “irreperibili”, ovvero coloro a carico dei quali era stata aperta un’indagine dalla magistratura sportiva dopo le mancate reperibilità ai controlli antidoping evidenziate dalle carte dell’inchiesta penale di Bolzano.

La Prima sezione del Tribunale Nazionale Antidoping, secondo quanto rende noto un comunicato del Coni, «nei procedimenti disciplinari a carico di Gibilisco, Riparelli, Bertolini, Vistalli e Schembri, aperti in seguito all’indagine Olimpi« svolta dalla Procura della Repubblica di Bolzano, per la violazione dell’art. 2.3 (elusione del controllo n.d.r.) delle norme sportive Antidoping, ha assolto gli atleti».

È stato anche disposto, continua la nota, «che la decisione sia comunicata ai diretti interessati, all’Upa, alla Wada, alla Iaaf, alla Fidal e alle società di appartenenza».


© RIPRODUZIONE RISERVATA